Ho deciso di scrivere un articolo sulla esperienza che da poco ho terminato in Germania.

Dal 9 al 29 Agosto 2015 ho avuto la possibilità di vivere a Berlino. Ora sono tornata in Italia e mi trovo di fronte questa pagina bianca.

Mi è così difficile iniziare a parlare di ciò che ho provato in maniera tanto intensa nonostante il poco tempo a disposizione. Ho conosciuto persone provenienti da ogni angolo del pianeta, sono entrata in contatto con culture differenti dalla nostra, ho instaurato amicizie che sono sicura mi accompagneranno per il resto della vita…

I ragazzi con cui ho condiviso quest’esperienza mi hanno donato molto e spero che abbiano ricevuto qualcosa anche da me.

Sono profondamente convinta che tutti i giovani debbano viaggiare per il mondo e non chiudersi all’interno dei propri confini nazionali. Andare in cerca di avventure fa parte di un processo di crescita del quale credo ciascun adolescente abbia bisogno.

Ma la cosa che mi ha estasiata più di tutto, è stata la stessa Berlino. Questa città mi ha completamente lasciata senza parole ma allo stesso tempo avrei così tante cose da dire che non saprei da dove cominciare.

Berlino è quella città dove si vive per il futuro ma non si dimentica il passato e se ci fai caso, puoi vedere impressi nel suolo i segni lasciati da un muro che ha fatto la storia.

Berlino è quella città dove non si dorme la notte senza prima veder sorgere l’alba. Berlino è quella città dove i senzatetto vanno per le strade in cerca di bottiglie di plastica per deporle nella raccolta differenziata e guadagnare qualcosa.

Berlino è quella città dove in un mese non passa neppure un controllore sulla metropolitana ma quella volta che succede, tutti hanno il biglietto. Berlino è quella città dove i parchi sono illuminati dalle candele anziché dai lampioni.

Berlino è quella città dove per quanto tu possa essere particolare, ne troverai sempre uno più bizzarro di te. Berlino è quella città dove ti senti a casa pur non essendoci in realtà.

Belino è quella città che non ha solo la capacità di trasformarsi continuamente ma è anche in grado di cambiare te stesso nel profondo. Berlino non è quella citta, Berlino è la mia città.

Foto di Carola