Campo Giovani è un progetto sponsorizzato dalla Marina Militare, dalla Guardia Costiera e dalla Croce Rossa Italiana che propone a più di 1800 ragazzi provenienti da tutta Italia di età compresa tra gli 11 e i 22 anni diverse tipologie di corsi estivi formativi che riguardano le attività svolte proprio dai tre enti.

I ragazzi iscrivendosi al bando relativo al Campo Giovani in collaborazione con una delle tre associazioni, verranno selezionati in base al loro rendimento scolastico e, se scelti, invitati a frequentare il corso proprio nella loro regione. Il Campo Giovani è un’iniziativa no profit che si pone l’obiettivo di istruire soprattutto in termini pratici degli studenti per avvicinarli alle necessità e problematiche della realtà contingente per renderli coscienti e avveduti nei confronti di situazioni anche quotidiane in cui tutti dovremmo aver acquisito nozioni di base e una certa perizia per affrontarle.

I programmi dei tre campi estivi sono pertanto così distinti: quelli organizzati dalla Marina Militare prevedono lo svolgimento di corsi velici e l’educazione a tutto ciò che è annesso a questo sport, prima di tutto la conoscenza e il rispetto del mare e della natura; quelli proposti dalla Croce Rossa Italiana non solo comprendono lezioni di primo soccorso, fondamentali per qualsiasi cittadino, ma anche percorsi di sensibilizzazione su infezioni sessualmente trasmissibili, educazione alimentare, educazione stradale, cambiamenti climatici, dipendenze patologiche (alcol e droghe), razzismo e xenofobia, Diritto Internazionale Umanitario, Protezione civile e sui processi comunicativi; infine quelli della Guardia Costiera contemplano innanzitutto la salvaguardia del mare, della costa, dell’ambiente circostante, della fauna ittica, della vita umana e i principi da seguire per una navigazione sicura.

Una giornata al campus si suddivide tra lezioni teoriche, esercitazioni e simulazioni, molte delle quali rese possibili grazie ai mezzi forniti dai vigili del fuoco che collaborano all’iniziativa ed offrono dimostrazioni a cui poi prendono parte anche i ragazzi. Visite alla capitaneria di porto, ad un campo volo, volontariato nei maneggi per la Pet therapy sono alcune delle attività peculiari che si svolgono durante i 10 giorni di soggiorno.
Un’esperienza sicuramente propedeutica per saper mantenere il controllo in casi in cui ci si può trovare in un’emergenza, semplici ma pertinenti interventi o manovre la possono stabilizzare.

L’impegno sociale cittadino è complementare a quello garantito da questi e altri enti e lo si può riscontrare per esempio nell’efficiente organizzazione di chi affianca la guardia costiera e la Croce Rossa Italiana nell’accoglienza di migranti. Ormai la consapevolezza e la prontezza per trattare determinate evenienze sono indispensabili in qualsiasi circostanza perché hanno una alta probabilità di accadere in differenti ambienti, dalla scuola al supermercato, dalla spiaggia al mare aperto.