Chiara redattore per “Cultura”

Chiara
16 anni
Liceo Linguistico Soleri-Bertoni, Saluzzo (CN) 

Da dove vieni e dove vuoi andare?

Io vengo da Manta, un piccolo paesino in provincia di Cuneo, eppure amo sognare e pensare in grande. Dove vorrei andare? In troppi posti. Voglio viaggiare, visitare tante città perché penso che più si conosce il mondo, più si riescono ad abbattere i muri dei pregiudizi. La città dei miei sogni è Londra, perché misto tra modernità e storia, inoltre la capitale dello UK accoglie etnie di ogni paese che convivono pacificamente.

 Qual è il tuo personale contributo a COLORnews?

Nel mio articolo per COLORnews ho parlato della differenza tra il teatro e il cinema, dal punto di vista degli spettatori ma soprattutto degli attori. Io amo recitare, la trovo un’esperienza unica, divertente e molto utile, secondo me il teatro ultimamente è stato troppo sottovalutato e veramente poche persone sanno che il lavoro degli attori di teatro è quasi il doppio rispetto a quelli del cinema. Nel mio articolo ho esposto queste idee.

Cosa ti aspetti dall’esperienza di COLORredattore?

Mi aspetto di imparare qualcosa di nuovo, di migliorare le mie capacità ma soprattutto di mettermi alla prova e capire i miei punti forti e deboli in questo ambito.

La mia idea di mondo…

“Ho pensato che forse saresti stata troppo grande per le favole, ma credo che nessuno lo sia mai”. Questa frase, tratta dal mio libro preferito, “Storia di una ladra di libri” di Markus Zusak, indica come ognuno di noi, secondo me, non deve mai dimenticare le fiabe, non perché ci nascondano la realtà, ma perché ce la mostrino con una nota di positività che ci permette di andare avanti con il sorriso.