L’EXPO di Milano rappresenta un’occasione unica e irripetibile per rilanciare l’Italia e farla apparire come un paese migliore agli occhi del mondo intero.

Con l’entusiasmo Padiglione Cina esternodi un bambino che scarta un regalo a Natale sono andato a far visita a EXPO Milano 2015.

Ritenevo EXPO come lo specchio di una società dominata dalla corruzione e incapace di sfruttare fino in fondo le occasioni che le vengono offerte. L’Italia sarebbe stata in grado di rispondere alle critiche di sottofondo, presentandosi come una nazione diversa e capace di stupire il mondo intero?

È con questo pensiero che ho iniziato il mio giro nel mondo EXPO, per farlo nel modo migliore ho deciso di usufruire del Season Pass: una card che ti consente di visitare l’Esposizione quante volte desideri, per goderne appieno la sua anima. Si tratta di un grande beneficio, se si considera l’immensità di EXPO Milano e il fatto che sia impossibile vedere in un solo giorno una minima parte.

Come spazzati via da un vento estivo, i miei dubbi sono scomparsi dopo aver valicato i cancelli dell’Esposizione, dopo essere venuto a contatto con un’atmosfera d’incanto. La sensazione migliore è essere parte di quest’atmosfera, vivere il momento e il contagio che ogni meraviglia di EXPO regala.

Ogni padiglione riflette la propria cultura, proponendo idee sostenibili per il futuro e correlate al tema principale della manifestazione: “Il cibo è vita, energia per la vita”. Solo al sentire queste parole si può percepire l’essenza di EXPO 2015 e il messaggio di quest’edizione: chiaro e semplice, ma soprattutto in grado di valorizzare uno dei più grandi punti di forza del nostro paese.

Padiglione CoreaL’Italia vanta infatti una tradizione culinaria inestimabile, che varia di regione in regione ed è rinomata in tutto il mondo. I motivi di attrazione per visitare EXPO Milano 2015 non conoscono limiti: dalle particolari architetture degli Emirati Arabi alle avanguardie in mostra in Corea, passando dalle tecnologie del padiglione cinese alla pura naturalezza dell’Austria.

Come non fermarsi ad ammirare i padiglioni del Nepal e del Kuwait, o rinunciare a fare una visita a quello del Giappone? O farsi travolgere dall’odore inebriante delle spezie della Tanzania? A EXPO 2015 ci sono anche numerosi padiglioni a tema e spazi dove poter assaggiare alcune prelibatezze nazionali e internazionali. E poi c’è il padiglione Italia, dove è promossa la cultura italiana attraverso innumerevoli sfaccettature.

Ma gli incentivi a fare questo giro del mondo non finiscono qui. Come se non bastasse, a dominare la scena di EXPO 2015 c’è è un simbolo che lascia a bocca aperta qualsiasi visitatore: uno stemma all’orgoglio dell’Italia che è l’Albero della Vita.

Con le sue luci e i suoi effetti ottici regala uno spettacolo appariscente e illumina la serata dell’Esposizione Universale. Perché EXPO Milano 2015 è fautore di emozioni, che mi auguro facciano presto breccia nei vostri cuori.