Chi non ama le fotografie? Possono essere ricordi di esperienze o situazioni belle passate con amici e parenti, o semplicemente da soli, nel nostro posto preferito. E’ stato calcolato che sono quasi due miliardi le immagini caricate in internet ogni giorno. La tecnologia continua quindi a creare nuovi software, filtri ed effetti di fotoritocco per arrivare alle migliori prestazioni fotografiche.

Spesso capita di scattare foto, e, nel revisionarle, ci accorgiamo di alcune imperfezioni, come gli elementi che distraggono l’attenzione: oggetti sullo sfondo che appaiono come intrusi, sfocati o in movimento. Un gruppo di scienziati della Princeton University e dell’azienda di Adobe hanno progettato un algoritmo in grado di identificare gli elementi sbagliati della foto per poi eliminarli. Alla base del loro progetto c’è lo studio di questi errori fotografici, che è stato eseguito chiedendo agli utenti di utilizzare un software di Amazon, Mechanical Turk, di indicare gli oggetti da rimuovere. Gli esperti hanno notato una serie di caratteristiche in comune tra gli elementi, come la loro posizione.

L’algoritmo progettato dovrebbe riuscire ad eseguire la scansione della fotografia e capire la composizione degli oggetti da rimuovere. Dopo varie prove hanno progettato alcuni rilevatori specializzati nella rimozione di un determinato tipo di elementi, come le automobili, spesso “intruse” nelle foto, o i visi sfocati.

Diciamo allora addio all’apparizione di “intrusi” nelle nostre fotografie, sempre più numerose e sempre più perfette.