La scoperta della Fondazione COLOR YOUR LIFE ha sicuramente stravolto la mia vita di adolescente in modo positivo, aprendo la mia mente a orizzonti che avevo sempre considerato lontani miraggi e che ora sembrano concretizzarsi sempre più.

Già l’anno scorso, dopo il COLORcampus2015, non ho potuto fare a meno di ringraziare il giorno in cui mi sono proposto come capogruppo della mia classe nella partecipazione al bando ATLANTE del 2014/2015, ma dopo questa edizione del COLORcampus sono ancora più felice di aver scritto il mio nome sulla lavagna assumendomi la responsabilità di rappresentare i miei compagni.

Il COLORcampus per COLORwinner è stato magnifico.

Ovviamente in parte per la possibilità di incontrare i COLOR che avevo conosciuto l’anno precedente e per conoscerne altri, ma specialmente per le nuove opportunità offerte dalla Fondazione CYL, che ha incentrato il campus sulla simulazione della creazione di un’azienda.

Mi è piaciuto molto lavorare insieme al mio team aziendale alla ricerca di un problema della vita quotidiana da risolvere con la nostra inventiva, sviluppando un prodotto e la sua presentazione al pubblico. Non saremmo, però, stati capaci di raggiungere i nostri risultati senza i consigli di William e Renata, consigli che sono stati ottimi compagni di viaggio nella realizzazione della nostra presentazione e di cui ho fatto tesoro perché applicabili ad ogni situazione.

La presenza di COLOResperti del calibro di Marco Gay, che hanno condiviso con noi le loro storie, è stata fondamentale per darmi la giusta spinta motivazionale di cui sentivo il bisogno e hanno reso sempre migliori i nostri elaborati. A questo hanno contribuito anche i COLORcoach, grazie alle lezioni di public speaking e le dritte sull’utilizzo di programmi di grafica e video editing.

Mi sono mancate, rispetto all’anno scorso, le ore giornaliere di inglese che in questa edizione del COLORcampus sono state sostituite dall’Officina delle Idee durante la quale abbiamo però avuto il tempo di studiare e lavorare sui nostri progetti.

Il COLORcampus è senza ombra di dubbio una vera e propria Officina delle Idee, perché è il luogo dove i ragazzi vengono forgiati e temprati, preparati al loro futuro in un mondo dove la competizione è il motore dello sviluppo di cui essi saranno i componenti.

COLORwinner Giuseppe