“Nothing is impossible, the word itself says: I’m possible.”

“Niente è impossibile, la parola stessa dice: sono possibile.”

 

La citazione racchiude un principio che qui al COLORcampus applichiamo tutti i giorni sotto la guida di William. È lui che ci ha aperto la mente e il cuore alle opportunità di avere sempre ben chiaro cosa vogliamo realizzare: per farlo dobbiamo programmare con metodo ogni nostra azione.

In questi giorni le aziende formate dai COLOR affrontano un problema che nasce da un bisogno reale o ancora da individuare. È quindi necessario analizzare il problema. L’idea va cercata con pazienza e, come ricorda il COLOResperto Marino Lagorio, “non sempre la prima è quella vincente”. Attraverso numerose sperimentazioni ne si verifica la credibilità per giungere alla soluzione ottimale.

Durante l’incontro, il COLOResperto Marino Lagorio, regista e promotore di numerosi progetti per i giovani, pone l’accento sull’importanza di un pensiero organizzato. Il metodo progettuale è la base di ogni disciplina: dalla pianificazione per un regista al semplice libro di ricette che troviamo in cucina. Dandoci una serie di indicazioni, passaggi da seguire in un determinato ordine e dettagli a cui prestare attenzione, esso ci conduce all’elaborazione di un prodotto vincente. Esso è lo stesso percorso che noi COLOR stiamo percorrendo sotto la guida di William.

IMG_6070

Siamo soliti considerare difficile ciò che non conosciamo. Con un’adeguata chiarezza di pensiero di pensiero si può procedere con facilità verso un obiettivo: gli ostacoli non appariranno più così insormontabili.

 Questo modello di Bruno Munari è lo stesso proposto al COLORcampus. Il designer e scrittore italiano approfondisce questo tema nel suo scritto “Da cosa nasce cosa”, soffermandosi sullo studio e l’applicazione della metodologia. Essa infatti non deve essere concepita come una gabbia di razionalità che impedisce la libera espressione creativa; bensì come una solida impalcatura necessaria per sostenere i nostri progetti.

Il sostantivo ‘metodo’ deriva dal greco e indica ‘una via che va avanti’; l’aggettivo ‘progettuale’ ha origini latine, letteralmente ‘pro-iectare’, ovvero ‘andare oltre’.

 I problemi che la vita ci riserva sono indubbiamente molteplici, ma non impossibili. Con tanta determinazione ed un ottimo metodo progettuale l’ostacolo è superabile con facilità.

Qui al COLORcampus non è solo teoria, ma soprattutto tanta pratica. È questo il vero valore aggiuntivo!

 di Ilaria Congiu