RELAZIONE COLOR CAMPUS 2016

Questa  estate ho partecipato nuovamente al COLORbando, questa volta per winner, vincendo il soggiorno studio presso Loano, nel convento Sant’Agostino. La maggior parte dei COLORwinner partecipanti già li conoscevo perché molti facevano parte del mio stesso modulo dello scorso anno. E’ stato davvero straordinario rincontrare tutti quelli che sono diventati i miei compagni di sogni. E’ sempre affascinante partecipare al COLORcampus, in cui assimilo molte nuove perle capaci di farmi imparare oggi e prepararmi al modo del lavoro di domani. Quest’anno durante la permanenza al COLORcampus sono stata davvero a mio agio, imparando discipline per me nuove, che non avrei mai pensato mi potessero interessare, come  il saper diventare “imprenditore di se stesso”. Relazionandomi con i miei soci aziendali siamo riusciti a creare dal nulla un progetto del tutto innovativo che scrupolosamente abbiamo rielaborato e perfezionato nei dieci giorni a disposizione. Quest’anno a differenza dello scorso anno ho approfondito maggiormente la disciplina di public speaking, assumendo miglior sicurezza e prontezza in me stessa. Il color campus di quest’anno è stato diverso da quello dello scorso anno; i settori disciplinari erano diversi, i coach, il modo di sapersi approcciare ad un ipotetico mondo del lavoro aziendale… Importante è stato anche l’incontro con grandi esperti che diligentemente ci hanno assistito e consigliato a proposito dei nostri progetti e idee. Siamo stati affiancati dai grandi della Ferrero fino a “semplici persone” che hanno compiuto un grande lavoro nella loro vita, quali Federico Mazzaron che ha presentato il suo libro “Matematica dell’amore”, riportando tematiche del tutto attuali, o anche Renato Goretta, che ha interagito con ciascuno ponendo splendidi consigli e tenendo una lezione del tutto innovativa, capace di appassionare ognuno di noi, con citazioni dei più grandi artisti della storia.  Partecipare al COLORcampus è sempre una grande emozione e rappresenta per me una glorifica del lavoro che potrebbe essere quello del mio futuro. Secondo me partecipare rappresenta una grade opportunità per migliorare se stessi, per riuscire ad integrarsi con quella che è l’idea di lavoro domani, per riuscire ad interagire con persone, che forse non rivedrò mai più, ma che in sol dieci giorni hanno animato le mie giornate diventando persone speciali, compagni speciali… compagni di sogni che mai abbandoneranno il mio cuore. Si, perché ColorYourLife significa anche grande amicizia, un’amicizia che ha determinato momenti tragici ma anche straordinari che mai verranno dimenticati… e alcune amicizie rimarranno anche più forti di altre, più significative , nonostante la distanza… insomma le amicizie vere di cui oggi si sente poco parlare  e a cui non crede più nessuno perché rare da trovare. Se dovessi descrivere CYL con una singola parola sceglierei DESTINO perché è grazie ad esso se ho potuto partecipare, se ho potuto incontrato persone importanti e soprattutto è grazie ad esso se mi preparerò sempre meglio, anno dopo anno, per quello che sarà il mio futuro, grazie anche ai consigli dei COLORcoach, di William e Renata che anche se sembrano austeri e critici in realtà sono ottimi, pronti a cogliere il nocciolo di ciascuna questione. Il COLORcampus è davvero un’opportunità da non perdere e personalmente sono soddisfatta di essere diventata COLORambassador  perché il COLORcampus è una delle mie scelte di vita di cui mai mi pentirò di aver partecipato. COLOR YOUR LIFE è tutto ciò, un immenso oceano di avventure a cui ciascuno sarebbe onorato di partecipare!

Martina

Didoni Martina.jpeg