Matteo redattore per “Cucina”

Matteo
18 anni
I.I.S. Ferraris Brunelleschi, Empoli  

Da dove vieni e dove vuoi andare?

Vengo da un piccolo paesino: Empoli (c’è chi mi riprende sempre per questa affermazione). Un posto dove andare non ce l’ho, basta andare, scoprire, conoscere. Il mondo è un posto unico ma bisogna sempre ricordarsi che non c’è bisogno di andare troppo lontani per trovare finalmente il posto dove vuoi andare, in genere è sempre dietro l’angolo del mondo, per sfortuna il mondo è rotondo.

Qual è il tuo personale contributo a COLORnews?

Arricchire la sezione scientifica delle news, ritengo che le scienze, soprattutto la chimica, siano frutto dell’evoluzione costante della mente umana, che ci permette di essere un individuo, libero, capace di pensare agire e comunicare.

Cosa ti aspetti dall’esperienza di COLORredattore?

Tutto, come niente. Il buon redattore saprà far appassionare i lettori; una passione soggettiva o oggettiva? Credo che in entrambi i casi se c’è interesse in quello che si scrive, possa, prima di tutto trasmettere la volontà di portare avanti una rubrica, scoprire come funziona, non solo la redazione ma anche la mente umana e quindi come risponderà agli imput.

La mia idea di mondo…

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.” Lavoiser.