DOC150816-15082016175953-0001

Nel disegno sono rappresentate le attività che rendono unico il campus:  c’è chi suona il piano, ci sono le passeggiate pomeridiane e ci sono le attività mattutine in spiaggia. Il connubio tra tutte queste attività fa sì che ogni singola giornata sia dinamica e diversa dalla precedente

Ogni giornata va affrontata con la voglia di mettersi in gioco e con l’obiettivo di realizzare progetti che escano dalla nostra “comfort zone” come ci ha consigliato di fare il COLOResperto Paolo Pasi.

In alto a sinistra sono rappresentati due COLOR in spiaggia. Il mare si trasforma nella bandiera inglese perché durante l’attività mattutina noi COLOR siamo tenuti a parlare in lingua. In basso a sinistra ho scelto di inserire il momento in cui, durante la passeggiata, una signora ha fermato il gruppo e ho chiesto informazioni a riguardo di COLOR. Ho voluto lasciare un posto speciale alla targa dedicata alla madre di Giuseppe Garibaldi, che il nostro gruppo ha scoperto (chi per la prima volta, come me) essere di Loano.

In alto a destra ho scelto di rappresentare un momento che personalmente ritengo molto rilassante e creativo: la musica suonata al piano dai miei compagni. Il piano, bianco, e la figura eterea e senza volto rappresentano la poesia che si sprigiona ogni mattina, quando, qui al COLORcampus, uno dei numerosi pianisti decide di omaggiarci con uno dei propri pezzi forti: ottimo modo di iniziare la giornata!
Dal piano parte un pentagramma,  che poi si trasforma in una strada, a simboleggiare il percorso giornaliero che compiamo per raggiungere i nostri sogni.