La tecnologia sta rivoluzionando le nostre vite, riducendo i tempi delle nostre azioni e facendoci pensare in modo diverso.

La nuova app creata da Stefano Mazzei di Salvamento Academy indirizza i soccorritori nel punto esatto dove prestare assistenza. Ha vinto il concorso “Idee innovative per il paese” e la prima regione italiana che ha deciso di adottarla è la Liguria, che darà inizio alla sua sperimentazione coinvolgendo tutti i centri 118.

Per funzionare, il soccorritore deve essere registrato su “iosoccorro.it” e installare l’app sul proprio smartphone. Appena il 118 riceve la chiamata d’aiuto, invia l’indirizzo all’ospedale più vicino dopodiché guida l’ambulanza nel posto giusto grazie alla localizzazione Gps.
Il 118 potrà gestire i mezzi di soccorso e seguirne gli spostamenti da un monitor.
L’app “IoSoCorro” ha quindi l’obiettivo di fornire una maggiore speranza di sopravvivenza in attesa dell’arrivo del soccorso avanzato. Per esempio, nella situazione di un arresto cardiaco improvviso è necessario intervenire il prima possibile con un defibrillatore poiché raggiunti i dieci minuti dall’arresto cardio-circolatorio, la sopravvivenza è in pratica nulla.

Il 118 raramente riesce a sopraggiungere in tempo il malcapitato, perciò è necessario accorciare i tempi d’attesa. Vedere uno sviluppo continuo anche in quello della salute è un avanzamento più che positivo per la tecnologia.