Se dovessi ripensare alla mia infanzia, non così lontana d’altronde, mi tornerebbero alla mente le amichette dell’asilo, la merenda alle quattro e mezza del pomeriggio (non un minuto più, non un minuto meno) e le giornate passate al mare con mia sorella e mia cugina. Fra i ricordi più nitidi e sereni, malinconici da un certo punto di vista, troverei le Winx.

bloom

Le sei fate, il loro mondo e le loro avventure fanno tuttora parte della bambina che è in me. Di quella bambina con gli occhi vispi che per Natale non voleva altro che il costume e le ali da fata, da principessa di Domino, per l’esattezza. Proprio per colpa della sua presenza mi capita ancora di intonare sovrappensiero le note della sigla (e di non sbagliare una sola parola, ci tengo a precisare).

Come dimenticare quel lontano 19 aprile 2005, quando interruppero il mio cartone preferito nel bel mezzo di una scena cruciale (dovete sapere che Bloom e le sue amiche erano in terribile pericolo) per trasmettere la fumata bianca che annunciava l’elezione di Papa Benedetto XVI? Oppure delle ricreazioni all’asilo spese nel cortile ad impersonare le mie eroine? E allora, neanche i maschi resistevano al fascino degli Specialisti e giocavano insieme a noi bambine.

Mi capita spesso di chiedermi con cosa cresceranno i bambini di domani. Per cosa fremeranno dall’emozione, durante tutta la giornata, al solo pensiero di quella breve (brevissima) mezz’ora del pomeriggio da aspettare con tale impazienza? Ma soprattutto, come li farà crescere? Perché le mie fate preferite mi hanno cresciuta bene: mi hanno insegnato che non c’è nulla più forte dell’amore, niente più potente dell’amicizia, nessun ostacolo che non possa essere affrontato con un pizzico di determinazione e di coraggio (anche di magia). Mi hanno insegnato che il mondo può essere un mondo buio a volte e che ci possono essere persone perfide e maligne ad intralciarci la strada, ma niente che non si possa sconfiggere insieme, spalla a spalla con i propri amici.

Far parte del Winx Club è stato un onore inestimabile che rimarrà impresso in me. Io sono cresciuta con loro e al tempo stesso loro sono cresciute con me.

Non dimenticherò le Winx, nessuna di loro. Bloom, Stella, Flora, Musa, Tecna, Aisha rimarranno nel mio cuore per sempre, perché infondo se sono quella che sono è un po’ anche merito loro.

IMG_2355