2 agenti penitenziari francesi uccisi, 3 feriti in un attacco al furgone della prigione

PARIGI —

Martedì alcuni aggressori armati hanno ucciso due agenti penitenziari francesi e ne hanno feriti gravemente altri tre in uno sfacciato attacco contro un convoglio in Normandia durante il quale un detenuto di alto profilo è fuggito, hanno detto i funzionari.

Il furgone stava trasportando il prigioniero Mohamed Amra al carcere di Evreux dopo un’udienza in tribunale a Rouen quando è caduto in un’imboscata.

Il ministro della Giustizia Eric Dupond-Moretti ha detto che si unirà a un’unità di crisi per affrontare l’emergenza. “Si stanno utilizzando tutti i mezzi per trovare questi criminali. Su mio ordine sono state mobilitate diverse centinaia di agenti di polizia e gendarmi”, ha scritto su X il ministro degli Interni Gerald Darmanin.

“L’attentato di questa mattina, che è costato la vita agli agenti dell’amministrazione penitenziaria, è uno shock per tutti noi”, ha scritto su X il presidente francese Emmanuel Macron. “La nazione è al fianco delle famiglie, dei feriti e dei loro colleghi”.

L’attacco ha dato luogo a un’importante operazione delle forze dell’ordine nella regione nordoccidentale della Francia, mentre le autorità lavoravano per mettere in sicurezza l’area e arrestare gli aggressori. L’assalto è avvenuto nella tarda mattinata di martedì sull’autostrada A154, che da allora è stata chiusa.

Amra era sotto stretta sorveglianza ed era stata recentemente condannata per furto con scasso. Secondo il pubblico ministero Laure Beccuau, era anche indagato per un caso di rapimento e omicidio a Marsiglia.

I media francesi hanno riferito che Amra era soprannominata La Mouche, o La Mosca.

Beccuau ha annunciato un’indagine sull’attacco, ora considerato un caso di criminalità organizzata e omicidio. “In questa fase piangiamo la morte di due agenti penitenziari in questo attacco armato”, ha detto Beccuau in una nota.

L’indagine riguarderà anche i tentativi di fuga organizzata, il possesso di armi di tipo militare e l’associazione a delinquere.

Ultime Notizie

Back to top button