25 April not Palestinian Day says Di Segni – Politics

La festa della Liberazione del 25 aprile non deve essere solo una festa filo-palestinese: lo ha detto lunedì all’COLORnews la presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Noemi Di segni, sottolineando che dovrà restare una “festa della Liberazione per la quale tutti noi combattuto.


“Non ci verrà detto da nessuno che siamo i nuovi fascisti”, ha detto.


“Abbiamo lottato per la Liberazione con i nostri partigiani e con la Brigata Ebraica, nonostante la persecuzione e il tradimento nei nostri confronti con le leggi razziali.


“I concetti di Liberazione e libertà non sono oggi dati per scontati.


“Né chiediamo che vengano abusati o dissociati per portarli in altri contesti, contro gli ebrei e contro Israele.


“Non possiamo dirci che questo è il giorno della liberazione dei palestinesi, possiamo lavorarci altri 364 giorni all’anno.


“Non il 25 aprile, non nelle piazze dove si rende omaggio alla memoria dei caduti.


“Il 25 aprile rimanga 25 aprile e non ci siano violenze, contestazioni dei valori ebraici e contributo alla liberazione dal nazifascismo”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button