Cultura

55 anni dopo Romeo e Giulietta di Zeffirelli, le star intentano causa per scena di nudo

Parlando della breve scena di nudo nel film “Romeo e Giulietta” del 1968 diretto da Franco Zeffirelli, di recente, nel 2018, Olivia Hussey ha dichiarato: “Se la vedi, la realtà è che questi due ragazzini si sono sposati contro la volontà dei genitori e passare questa notte insieme e poi muoiono… E non era davvero vietato in nessun paese… E l’abbiamo girato proprio alla fine del film. Quindi a quel punto… siamo diventati tutti una grande famiglia… Non è stato un grosso problema. E Leonard non era affatto timido! Nel bel mezzo delle riprese, ho completamente dimenticato di non avere vestiti”.

Eppure ora, 55 anni dopo che quel film è diventato un blockbuster internazionale e ha segnato la carriera di Hussey, lei e Leonard Whiting, che interpretava Romeo, hanno citato in giudizio la Paramount Pictures per oltre $ 500 milioni per quella scena di nudo, come mostrano nuovi documenti del tribunale.

Hussey, allora 15enne e ora 71enne, e Whiting, poi 16enne ora 72enne, hanno intentato causa alla Corte Superiore della Contea di Los Angeles venerdì 30 dicembre 2022, accusando abusi sessuali, molestie sessuali e frode dopo che la scena di nudo è stata inclusa nel film , nonostante le presunte rassicurazioni del regista Franco Zeffirelli che non sarebbero state mostrate scene di nudo.

Romeo e Giulietta, la scena del nudo. Foto: YouTube

Zeffirelli, morto nel 2019, avrebbe detto ai due giovani attori che avrebbero indossato indumenti intimi color carne nella scena della camera da letto e avrebbero usato le angolazioni della telecamera per oscurare la nudità, sostiene la causa. Secondo la causa, la scena è stata girata negli ultimi giorni di riprese e ha ignorato le precedenti assicurazioni.

Eppure le due star hanno anche affermato che Zeffirelli le aveva informate che dovevano recitare nude “o il film fallirebbe”, diceva la causa. Ha anche suggerito che le loro carriere sarebbero state danneggiate, ha aggiunto. Quindi, gli attori “credevano di non avere altra scelta che recitare nudi con il trucco del corpo come richiesto”. Ora, tuttavia, Whiting e Hussey, nonostante la conversazione che avrebbero avuto con Zeffirelli, affermano di essere stati filmati nudi a loro insaputa.

“Quello che è stato detto loro e quello che è successo sono due cose diverse”, ha detto Tony Marinozzi, un business manager per entrambi gli attori, secondo Variety. “Si sono fidati di Franco. A 16 anni, come attori, hanno deciso che non avrebbe violato la fiducia che avevano. Franco era loro amico, e francamente, a 16 anni, cosa fanno? Non ci sono opzioni. Non c’era nessun #MeToo.

Nella causa, Hussey e Whiting hanno affermato di aver subito danni emotivi e angoscia mentale per decenni e anche che le loro carriere non riflettevano il successo del film.

Ancora nel 2018, Hussey ha descritto la scena controversa come “molto tabù” in America, ma ha aggiunto che “è stata realizzata con molto gusto… E in Europa, era molto diverso… in Europa molti film avevano nudità. Nessuno ci ha pensato molto. Ma è stato solo il fatto che avevo 16 anni che ha ricevuto molta pubblicità… La grande troupe con cui abbiamo lavorato è stata ridotta solo alle persone più semplici, una manciata di persone. È stato fatto più tardi nel corso della giornata quando non era occupato. Era un set chiuso. Nonostante fosse nudo, Hussey ha descritto di essere a suo agio sul set.

Cinquantacinque anni dopo, gli attori chiedono danni per oltre 500 milioni di dollari.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button