8 marzo: La cultura macho tarda a passare – Valditara – Cronaca Generale

Il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara venerdì ha ricordato la condizione delle donne nei Paesi dove le libertà fondamentali sono ancora negate ma anche nelle società occidentali dove la cultura maschilista stenta a passare.


“Oggi celebriamo la Giornata internazionale della donna, che deve essere una giornata di riflessione e consapevolezza”, ha detto Valditara in un videomessaggio alla comunità scolastica italiana.


“Non dobbiamo distogliere lo sguardo dalla condizione delle donne, dove mancano la libertà e lo Stato di diritto.


“Troppe donne nel mondo si vedono ancora negate le libertà fondamentali, troppe sono perseguitate se non vogliono sottomettersi ai guardiani di tante rivoluzioni illiberali e intolleranti”, ha proseguito.


Tuttavia, secondo il ministro, è necessario cominciare a guardare anche “alla discriminazione che subiscono le donne nelle società occidentali”.


“Penso a una cultura maschilista che fatica ad abbandonarci e alle forme quotidiane di mobbing e di svilimento professionale”, ha proseguito.


La situazione, ha affermato Valditara, invita “tutti noi a impegnarci per garantire piena e autentica uguaglianza e dignità a tutte le donne”.


“Dobbiamo riportare la cultura del rispetto a partire dalle scuole: un rispetto autentico, non formale, di quelli che riconoscono nell’altro un “tu”.


“Educare al rispetto è uno degli obiettivi che intendo perseguire nella mia azione di governo”, ha affermato il ministro.


L’educazione relazionale nelle scuole italiane ha ricevuto nuovo slancio lo scorso anno a seguito di un’ondata di femminicidi di alto profilo, tra cui il brutale rapimento e omicidio della 22enne Giulia Cecchettin da parte del suo ex fidanzato Filippo Turetta a novembre.


In quell’occasione Valditara aveva annunciato una “grande mobilitazione” per prevenire e arginare il machismo, il sessismo e la violenza psicologica e fisica contro le donne attraverso il progetto ‘Educare alla relazione’.


Il progetto prevede l’educazione civica alle relazioni dalle scuole elementari alle superiori e un progetto specifico rivolto agli studenti delle scuole superiori attraverso gruppi di discussione.


Si chiede inoltre agli insegnanti di introdurre la cultura del rispetto in tutte le attività scolastiche, ha aggiunto.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button