Cultura

Addormentato o sveglio? Non si è svegliato.

Alcuni legislatori di New York stanno proponendo di cancellare la festa di Columbus. Anche il suo sponsor al Senato, Jessica Ramos, vuole che tutte le statue di Colombo vengano rimosse.
“Come figlia di un’orgogliosa donna indigena, mi piacerebbe vedere una statua in onore delle persone la cui terra è stata rubata”, dice.

Chi può obiettare sulla necessità di rispettare e onorare i contributi di coloro che hanno preceduto le nuove ondate di immigrati che seguirono Colombo?

Ma perché distruggere una statua o una festa che commemora l’uomo che salpò dalla Spagna, per la Spagna, portando la lingua e la cultura ispanica nell’emisfero occidentale, e fece da apripista a centinaia di milioni di immigrati per seguire il suo cammino?

Un sondaggio tra i candidati del Jim Owles Democratic Club all’inizio di quest’anno ha raccolto le risposte di otto senatori, incluso il senatore Ramos. Tutti sono favorevoli alla rimozione del memoriale da Columbus Circle.

Nel 2018, il Dipartimento federale degli interni ha onorato il valore storico e l’eccellenza estetica del Columbus Circle Memorial con il riconoscimento nel Registro nazionale dei luoghi storici. Questa protezione aggiuntiva è stata resa possibile da un gruppo unito e dedicato di volontari e gruppi comunitari, inclusa la Columbus Heritage Coalition.

Il nostro bellissimo memoriale – simbolo del contributo di tutti gli immigrati, in particolare degli immigrati italoamericani che lo hanno costruito – non sta andando da nessuna parte. Ma dobbiamo rimanere uniti e vigili.

Monumento a Cristoforo Colombo a Newark dopo la rimozione della statua. Foto: Wikipedia

Purtroppo, nessuna designazione del genere proteggeva il memoriale di Colombo di 93 anni nel quartiere storico di Washington Park a Newark. Invece, per ordine della città di Newark, la statua è stata portata con il favore dell’oscurità nel 2020 in parti sconosciute, finendo per ritrovarsi in una gabbia di stoccaggio a Trenton.

Attivisti della comunità e conservazionisti storici hanno sostenuto il ritorno di Colombo. Hanno anche sostenuto con forza un piano per onorare Harriet Tubman, la famosa abolizionista. Ma il Comune rifiutò la possibilità di riportare il memoriale di Colombo sul suo piedistallo.

Una volta decapitato, il piedistallo della composizione, di per sé degno di riconoscimento storico e artistico, è sopravvissuto radicato nel sito. Il maestro artigiano, architetto e scultore Giuseppe Ciocchetti, lo scultore romano, creò placche in bronzo a rilievo raffiguranti la commissione, l’imbarco, il viaggio e lo sbarco di Colombo.

Alla fine, la questione è stata deferita all’Historic Preservation Council dello stato. Il Consiglio ha esortato la città di Newark a esplorare luoghi alternativi all’interno del George Washington Park, ribattezzato City Harriet Tubman Square, e ha fortemente suggerito alla città di perseguire un piano per consentire al Columbus e al proposto memoriale di Tubman di “coesistere nel parco. “

Restaurare Columbus e accogliere Tubman sembrava un giusto compromesso. Ma l’amministrazione della città di Newark ha respinto qualsiasi possibilità di restauro in quanto avrebbe “minato gli obiettivi dichiarati dalla città di promuovere un parco più inclusivo e quindi [was] licenziato dal Comune”.

Rifiutando il compromesso Tubman-Columbus, il Dipartimento per la protezione ambientale del New Jersey del commissario Shawn LaTourette ha stabilito che la disposizione non soddisfa i requisiti: “sostituire l’ex statua di Cristoforo Colombo con il monumento di Harriet Tubman”.

La Tourette ha approvato la rimozione del piedistallo a determinate condizioni poste al Comune, inclusa l’assunzione di un consulente per garantire la corretta gestione dei materiali storici secondo le linee guida federali sulla conservazione.

Invece, la scorsa settimana la città è arrivata con una squadra di demolitori e ha cancellato il sito da ogni traccia dell’eredità di Colombo. “In sostanza, questo è stato un affare fatto fin dall’inizio”, ha detto l’attivista Guy Sterling. “Dubito fortemente che la città abbia fatto molto o nulla prima di premere il grilletto per abbattere il piedistallo della statua”.

Questo comportamento oltraggioso non può rimanere senza risposta. Chiediamo al governatore del New Jersey Phil Murphy di avviare un’indagine su questa grave violazione del processo da parte della città di Newark che ha completamente ignorato la richiesta dello stato per il corretto recupero dei rilievi di Ciocchetti e altro materiale storico.

Viviamo in un paese democratico di leggi che dovrebbero proteggere allo stesso modo i diritti di tutti i cittadini. Rispetta tutte le culture e le etnie per i loro successi e contributi a questo grande paese. Abbattere una statua ed erigerne un’altra al suo posto offende tutte le culture e viola i valori per i quali questo Paese rappresenta.

Ultime Notizie

Back to top button