Al Bano criticato per aver “macellato” l’inno italiano nella finale di Coppa Italia

I tifosi di calcio cercano di soffocare l’interpretazione di Al Bano dell’inno nazionale italiano.

Il cantante italiano veterano Al Bano ha affrontato un’ondata di critiche per aver “macellato” l’inno nazionale italiano durante la finale di calcio di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus mercoledì a Roma.

Il cantante, che compirà 81 anni la prossima settimana, ha cantato Il Canto degli Italiani senza accompagnamento musicale ma ha alzato il tono troppo alto prima di provare a salvare la sua performance improvvisando verso la fine.

I tifosi presenti alla finale di Coppa Italia, poi vinta 1-0 dalla Juventus, hanno cantato e fischiato nel tentativo di soffocare lo spettacolo “imbarazzante” che ha provocato una raffica di critiche online.

“Ha sbagliato l’intonazione iniziale, troppo alta, e ha allontanato il microfono per non far sentire le inevitabili note stonate” – scrive su X lo scrittore e giornalista Angelo Forgione – “Nel finale ha cercato di nascondersi in improbabili barocchezze vocali che ha evidenziato ancora di più il disastro.”

Lo spettacolo ha generato un mare di meme sui social media, con molti commentatori che lo hanno paragonato alla famosa scena “Enrico Pallazzo” della commedia-parodia del crimine Pistola Nada.

Anche i giornali e i media sono stati spietati nella copertura dell’esibizione a cappella di Al Bano, con Fanpage che l’ha definita un “capolavoro imbarazzante” e Open che ha descritto l’interpretazione del cantante come “una cover” dell’inno nazionale.

Il Corriere dello Sport ha citato un commentatore social che ha detto: “Ha interpretato l’inno di Mameli a modo suo… E non ce lo toglieremo mai più dalla testa” mentre Tutto Sport ne ha citato un altro: “Con Albano che canta l’inno nazionale siamo davvero siamo pronti alla morte, abbiamo già interrato il campo”.

Meglio conosciuta come Inno di Mameli, la canzone patriottica fu scritta da Goffredo Mameli e musicata da Michele Novaro nel 1847.

La canzone è l’inno nazionale dell’Italia da quando il paese divenne una repubblica nel 1946 dopo aver eliminato la monarchia screditata durante la seconda guerra mondiale.

Ultime Notizie

Back to top button