Alcaraz sconfigge Zverev nella finale degli Open di Francia per il terzo titolo del Grande Slam

Parigi—

Domenica Carlos Alcaraz è tornato a sconfiggere Alexander Zverev 6-3, 2-6, 5-7, 6-1, 6-2 e a vincere gli Open di Francia per il suo terzo titolo del Grande Slam.

Alcaraz è un ventunenne spagnolo cresciuto guardando il connazionale Rafael Nadal vincere un trofeo dopo l’altro al Roland Garros – un record di 14 in tutto – e ora ha eclissato Nadal come l’uomo più giovane ad aver collezionato campionati importanti su tre superfici. Nadal aveva circa 1 anno e mezzo in più quando lo fece.

La vittoria di domenica – in cui è stato sotto di due set a uno, proprio come aveva fatto venerdì in semifinale contro Jannik Sinner – ha permesso ad Alcaraz di aggiungere il campionato sulla terra battuta al Roland Garros ai suoi trionfi sul cemento agli US Open nel 2022 e sull’erba a Wimbledon nel 2023.

L’Alcaraz è ora 3-0 nelle finali del Grande Slam.

Zverev è sceso sullo 0-2 nelle principali partite per il titolo. Il 27enne tedesco è arrivato secondo agli US Open 2020 dopo aver perso due set di vantaggio contro Dominic Thiem.

Questa volta Zverev ha perso dopo essere balzato in vantaggio snocciolando gli ultimi cinque game del terzo set. Il livello di Alcaraz è sceso durante quel tratto ed è sembrato distratto da un reclamo sulle condizioni della terra battuta al Court Philippe Chatrier, dicendo all’arbitro Renaud Lichtenstein che era “incredibile”.

Ma Alcaraz si è resettato ed è arrivato al traguardo, vincendo 12 delle ultime 15 partite mentre veniva curato da un allenatore durante i cambi per un problema alla gamba sinistra.

Il numero 3 Alcaraz e il numero 4 Zverev facevano la loro prima apparizione in una finale dell’Open di Francia. In effetti, questa è stata la prima partita per il titolo maschile al Roland Garros dal 2004 senza Nadal, Novak Djokovic o Roger Federer.

Nadal ha perso contro Zverev al primo turno due settimane fa; Djokovic, tre volte campione, si è ritirato prima dei quarti di finale per un infortunio al ginocchio che ha richiesto un intervento chirurgico; Federer è in pensione.

All’inizio ci sono stati alcuni nervosismi. Zverev ha iniziato la partita con un paio di doppi falli – camminando verso la linea laterale per cambiare la racchetta dopo il secondo, come se il colpevole fosse l’attrezzatura – e alla fine si è rotto. Anche Alcaraz ha perso il servizio immediatamente, inquadrando un dritto che ha mandato la palla in tribuna – cosa che avrebbe fatto in una manciata di occasioni – e facendo doppio fallo, provando un drop così così che ha portato a un facile vincitore per Zverev, poi manca un rovescio.

Diciamo solo che quei 10 minuti iniziali non li metteranno al Louvre. Gran parte della partita di 4 ore e 19 minuti è stata irregolare, piena di errori non forzati.

Alcaraz è riuscito a uscire forte nel quarto set, conquistando 16 dei primi 21 punti portandosi sul 4-0, compreso un brillante, scorrevole passaggio di diritto lungolinea che ha festeggiato spingendo l’indice destro. dito sopra la testa in un segno “N. 1”, poi lancia un montante mentre urla: “Vamos!”

No, non è al primo posto in classifica al momento — Sinner farà il suo debutto al primo posto lunedì — ma lo è già stato in passato e, anche se un “2” sarà accanto al nome di Alcaraz la prossima settimana, non c’è dubbio che lui è quanto di meglio c’è nel tennis maschile in questo momento.

Ultime Notizie

Back to top button