Cultura

Alla Mostra del Cinema di Venezia, Chalamet afferma che “Il collasso della società è nell’aria”

Presentando il primo contendente al Leone d’Oro in Italia, la storia d’amore cannibale “Bones and All”, venerdì alla Mostra del Cinema di Venezia, Timothée Chalamet ha affermato che la dittatura dei social media rende la vita oggi difficile.

“Essere giovani oggi non è affatto facile per la mia generazione, sei sempre sotto il giudizio delle persone con i social media, quindi è stato un sollievo interpretare personaggi che stanno combattendo un dilemma interno senza la possibilità di andare su Instagram o TikTok per guarda come ti adatti”, ha detto l’idolo dei teenager Chalamet, 26 anni.

Ha detto che Luca Guadagnini, il regista italiano di 51 anni, nato a Palermo, è stato “come un padre per me” da quando cinque anni fa hanno realizzato la storia gay premio Oscar “Call Me By Your Name”. “Il collasso della società è nell’aria”, ha proseguito l’attore nato a New York, dicendo: “Penso che questo film possa far luce anche su questo tema”.

Chalamet interpreta Lee, un giovane cannibale che fugge dalla sua famiglia e alla fine incontra lo spirito affine Maren (Taylor Russell), una diciottenne in viaggio per lo stesso motivo. “Insieme, provano la possibilità di vivere l’impossibile”, ha detto Guadagnino che ha già realizzato quattro film con Tilda Swinton, tra cui “A Bigger Splash” e un remake del classico slasher di Dario Argento “Suspiria”.

Chalamet aggiunge: “E’ una storia d’amore straziante, tragica, molto forte”. Alla domanda se l’amore salva tutto, la star ha risposto, deludendo milioni di fan: “Sono ancora troppo giovane per amare”.

Quello di Guadagnino è il primo dei cinque contendenti italiani al premio per il miglior film a Venezia, e il suo primo scatto in America, tutti nel MidWest. “Ho sognato il paesaggio americano fin dall’inizio, fa parte del mio sviluppo come regista e questa sceneggiatura è stata un’occasione per viverlo come regista”.

Cinque film italiani in lizza per il Leone d’Oro alla 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in programma dal 31 agosto al 10 settembre. Si tratta di Il Signore delle Formiche di Gianni Amelio, Ossa e All” di Luca Guadagnino, “Chiara” di Susanna Nicchiarelli, “Monica” di Andrea Pallaoro e “L’Immensità” di Emanuele Crialese con Penelope Cruz.

Ultime Notizie

Back to top button