Allarme sanitario lanciato mentre l’ondata di caldo si intensifica – Notizie generali

Il ministero della Salute ha messo in allerta rossa Perugia giovedì a causa delle alte temperature, con l’ondata di caldo che ha colpito l’Italia destinata a intensificarsi, e altre sette città si uniranno venerdì: Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Ancona, Campobasso, Palermo e Perugia.


Quando un’area viene messa in allerta rossa, significa che il caldo è così intenso da rappresentare un rischio per le persone sane e attive e non solo per i gruppi vulnerabili come gli anziani, i malati e i bambini piccoli.


La Società italiana di medicina ambientale (SIMA), intanto, mercoledì ha lanciato l’allarme sulla situazione in Sicilia, dove questa settimana le temperature potrebbero raggiungere i 40°C nelle province di Agrigento e Siracusa e i 39°C a Catania e Ragusa.


“Il caldo eccessivo provoca problemi di salute perché può alterare il sistema di termoregolazione del corpo – spiega il presidente del Sima, Alessandro Miani -.


“Il corpo umano si raffredda attraverso la sudorazione, ma in determinate condizioni ambientali questo non è sufficiente.


“L’umidità eccessiva impedisce al sudore di evaporare, il calore corporeo aumenta rapidamente e questo può danneggiare gli organi vitali e il cervello.


“Le temperature troppo elevate possono causare disturbi lievi come crampi e svenimenti, ma anche problemi gravi, dalla congestione alla disidratazione, peggiorando le condizioni di salute di persone con patologie croniche preesistenti”.


La città di Napoli aveva adottato una serie di misure per aiutare le persone senza dimora a far fronte all’ondata di caldo.


Tra queste c’è la concessione dell’accesso ai dormitori pubblici nel pomeriggio in modo che possano uscire dalla strada nelle ore più calde della giornata.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button