Aperta indagine di Perugia sul Fentanyl nell’eroina – Cronaca Generale

La Procura di Perugia ha aperto un’indagine dopo che il fentanil è stato trovato come sostanza da taglio in una dose di eroina sequestrata di recente nella zona della città umbra, il primo caso del genere in Italia, hanno riferito fonti giovedì.


“Sono preoccupato per quanto sta emergendo e voglio cercare di capire se si tratta di un evento sporadico o se si sono verificati altri episodi simili”, ha detto pochi giorni fa il procuratore capo di Perugia Raffaele Cantone.


Il Sistema nazionale di allerta precoce sulla droga (NEWS-D), coordinato dal Dipartimento per le politiche antidroga (DPA), ha lanciato questa settimana un’allerta sulla presenza di fentanil nella dose di eroina sequestrata.


D’intesa con il Sottosegretario al Consiglio dei Ministri Alfredo Mantovano è stato quindi attivato il Piano nazionale di prevenzione contro l’abuso di Fentanyl, che prevede l’invio dell’allerta a tutte le forze di polizia e alle amministrazioni.


La ‘Ndrangheta calabrese, la mafia più grande, più ricca e più potente d’Italia grazie al suo controllo del mercato europeo della cocaina, è ora interessata a entrare nel traffico del fentanil, ha detto Mantovano nell’ambito del suo brief di supervisione dei servizi di intelligence il mese scorso.


Mantovano ha descritto il fentanil, che ha devastato gli Stati Uniti e si sta affermando anche in Europa, come “il farmaco zombie, con appena 1-2 milligrammi potenzialmente letali”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button