Aperta indagine sul progetto del Ponte sullo Stretto di Messina – Politica

La Procura di Roma ha aperto un’indagine sul progetto di costruzione di un ponte sullo Stretto di Messina che collegherà la Sicilia alla terraferma italiana dopo una denuncia presentata dai parlamentari dell’opposizione.


La denuncia è stata presentata il 1° febbraio dalla leader del Partito Democratico (PD) di centrosinistra Elly Schlein, da Nicola Fratoianni del gruppo Sinistra Italiana (SI) e dal deputato verde Angelo Bonelli.


Si tratta di “attività di progettazione e realizzazione” del ponte.


Il governo del premier Giorgia Meloni ha rilanciato il progetto per costruire quello che sarebbe il ponte sospeso più lungo del mondo, che era stato a lungo ritardato a causa di problemi di finanziamento, timori di infiltrazioni e corruzione mafiose e preoccupazioni sismiche e ambientali.


Il vicepremier e ministro dei Trasporti Matteo Salvini, che ha affermato che il ponte non costerà più di 12 miliardi di euro in 15 anni, ha criticato i politici dell’opposizione per aver presentato la denuncia che ha fatto scattare l’indagine.


“Solo in Italia è possibile fare una battaglia politica su un ponte, un’autostrada, o la TAV (collegamento ferroviario ad alta velocità Torino-Lione)”, ha detto il leader della Lega Salvini.


“Il ponte sullo Stretto serve per unire milioni di siciliani (al resto dell’Italia), inquinare meno e viaggiare più velocemente.


“Il Pd ha presentato denuncia alla Procura perché vogliamo costruire un ponte, che è diritto di avere milioni di italiani”.


Alla domanda sulla probabilità che il ponte venga costruito, da zero a 100, ha risposto “100”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button