Aumenteranno le tariffe dei taxi a Roma

I tassisti di Roma sospendono lo sciopero di martedì.

Secondo quanto riportato dai notiziari italiani, le tariffe dei taxi a Roma sono destinate ad aumentare in modo significativo, in quanto la capitale si prepara a rilasciare 1.000 nuove licenze di taxi.

Una nuova tariffa minima di 9 € sostituirà l'attuale tariffa minima di partenza di 3 €, riporta La Repubblica, con la tariffa fissa da e per l'aeroporto di Fiumicino che passerà da 50 € a 55 € e quella per Ciampino che passerà da 31 € a 40 €.

Lo sciopero di 24 ore dei tassisti di Roma, programmato per martedì 9 luglio, è stato revocato lunedì pomeriggio.

Secondo quanto riferito, l'assessore ai Trasporti di Roma Eugenio Patanè terrà martedì dei colloqui con i rappresentanti dei taxi, mentre il sindaco Roberto Gualtieri ha confermato di recente che la Capitale rilascerà 1.000 nuove licenze taxi, come previsto dal decreto Asset approvato dal governo Giorgia Meloni lo scorso anno.

Mentre Roma cerca di far fronte alla cronica carenza di taxi nella capitale, la potente lobby dei taxi italiani continua a opporsi alle misure volte a introdurre nuove licenze per i taxi e ai tentativi di deregolamentare il settore aprendolo ad app di ride-hailing come Uber.

Nel frattempo, la difficoltà nel trovare un taxi a Roma continua a far notizia e a suscitare malcontento tra i clienti, con lunghe code ormai consuete alla stazione dei taxi fuori dalla stazione centrale Termini.

La scorsa settimana il giornalista televisivo e conduttore di Report Sigfrido Ranucci si è sfogato sui social media per l'impossibilità di prenotare un taxi a Roma, scrivendo: “Qualcuno avrà il coraggio di porre fine a questo indecente scandalo italiano, e soprattutto romano, che rende impossibile prenotare un taxi nella capitale d'Italia?”

Ultime Notizie

Back to top button