Biden, con la visita in Francia, guarda al passato e al futuro dei conflitti globali

La casa Bianca; Parigi—

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è atterrato mercoledì in Francia per celebrare l’80° anniversario dell’invasione della Normandia – e intende sfruttare l’occasione per sottolineare la necessità di una forte alleanza transatlantica di fronte all’aggressione russa in Ucraina.

Biden incontrerà il presidente dell’Ucraina e i veterani americani sopravvissuti all’invasione delle spiagge del 1944, ha affermato il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan. Biden utilizzerà gli eventi, ha detto Sullivan, per “parlare, sullo sfondo della guerra in Europa oggi, dei sacrifici che quegli eroi e quei veterani fecero 80 anni fa e di come sia nostro obbligo continuare la loro missione di lottare per la libertà”.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden viene accolto dal primo ministro francese Gabriel Attal all’arrivo all’aeroporto di Parigi Orly, vicino a Parigi, il 5 giugno 2024, mentre viaggia per commemorare l’80° anniversario del D-Day.

Sullivan, che ha parlato con i giornalisti a bordo dell’Air Force One in rotta verso Parigi, ha detto che Biden terrà anche un discorso venerdì in Normandia che coprirà “la lotta esistenziale tra dittatura e libertà” – il tutto mentre si affaccia su una scogliera alta 30 metri che l’esercito I ranger dovettero scalare sotto il fuoco nemico per vincere la battaglia che alla fine portò alla liberazione della Francia e alla fine della Germania nazista.

“E parlerà dei pericoli dell’isolazionismo e di come, se ci inchiniamo ai dittatori, non riusciamo a tenergli testa, loro continuano ad andare avanti e alla fine l’America e il mondo pagano un prezzo maggiore”, ha detto.

Biden parteciperà anche a una visita di Stato ospitata dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre ai colloqui faccia a faccia con il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy, che è stato invitato alle cupe cerimonie che celebrano questa battaglia decisiva che portò alla fine della seconda guerra mondiale .

I presidenti americani hanno regolarmente intrapreso il viaggio per questo anniversario critico, e Biden non fa eccezione.

FILE – Il presidente Barack Obama e il presidente francese Francois Hollande stanno con i veterani durante la riproduzione di Taps, al cimitero americano della Normandia a Omaha Beach a Colleville sur Mer, Normandia, Francia, 6 giugno 2014.

“Il presidente non vede l’ora di recarsi in Normandia nel corso dei prossimi due giorni di questa settimana per commemorare il servizio, il sacrificio, il coraggio dei soldati, alleati e americani, che hanno combattuto nel D-Day in quel invasione, condusse l’Operazione Overlord e segnò davvero quell’operazione, l’inizio della fine della Germania nazista e l’inizio di qualcosa di ancora più impatto, e questo è quest’ordine internazionale basato su regole di cui tutti continuiamo a godere oggi”, John Kirby , ha detto alla ColorNews alla Casa Bianca il consigliere per le comunicazioni per la sicurezza nazionale della Casa Bianca.

Qui, dicono gli analisti, la storia offre lezioni.

“Lo sbarco in Normandia rappresentava la dichiarazione militare degli alleati occidentali secondo cui i regimi autoritari non potevano modificare i confini con la forza”, ha affermato Mark Cancian, colonnello dei marine in pensione e consulente senior presso il Centro per gli studi strategici e internazionali. “Che i paesi non potevano essere semplicemente invasi, e che i regimi autoritari come quello costituito dalla Germania nazista – in particolare con la sua terribile oppressione dei popoli sottomessi, in particolare gli ebrei – non erano accettabili e non solo non erano accettabili, ma sarebbero stati distrutti”.

Gli analisti affermano che gli obiettivi di Biden in Ucraina saranno messi in ombra dal suo sostegno sempre più impopolare a un altro conflitto.

“Anche se ovviamente l’Ucraina è la massima priorità per gli europei, stanno vedendo come la politica dell’amministrazione Biden su Gaza stia minando la sicurezza europea in due modi diversi”, ha affermato Trita Parsi, vicepresidente esecutiva del Quincy Institute.

“Prima di tutto, sta davvero distruggendo la credibilità dell’Occidente nella più ampia comunità internazionale e nel Sud del mondo: qualsiasi discorso sull’ordine internazionale basato su regole a questo punto verrà deriso, visto ciò che ha fatto l’amministrazione Biden”.

Questo viaggio in Francia, uno stretto alleato, avviene all’inizio di sei settimane di coinvolgimento ad alto livello degli Stati Uniti in vertici ad alto rischio – tra cui un vertice di pace sull’Ucraina, un vertice dei leader del Gruppo dei Sette, o G7, leader dei paesi industrializzati paesi e un vertice dei membri della NATO.

ColorNews ha chiesto a Sullivan cosa potrebbe significare questa serie di eventi diplomatici per la pace in Europa e oltre.

“Penso che dobbiamo mandare un messaggio chiaro [Russian President Vladimir] Putin che non può sopravvivere a noi e che non può dividerci”, ha risposto. “E siamo stati molto bravi a mantenere la linea su questi due messaggi, e questa sarà una grande opportunità nelle prossime settimane per mettere non solo un punto alla fine di quella frase, ma un punto esclamativo.”

Patsy Widakuswara ha contribuito dalla Casa Bianca.

Ultime Notizie

Back to top button