Bruce Springsteen, 74 anni, rinvia altri due spettacoli su ordine del medico “a causa di problemi vocali”

Bruce Springsteen ha rinviato altri due prossimi spettacoli, dopo aver riprogrammato un concerto a Marsiglia sabato.

L’icona della musica di 74 anni – che ha anche rinviato una serie di spettacoli l’anno scorso – ha dovuto trattenere le esibizioni su ordine del medico.

Domenica, l’intrattenitore di lunga data, che questo mese è stato premiato agli Ivor Novello Awards 2024, ha caricato un post su Instagram condividendo che il suo tour europeo riprenderà il 12 giugno a Madrid.

La didascalia del post recitava: “Dopo il rinvio di ieri a Marsiglia a causa di problemi vocali, ulteriori esami e consultazioni hanno portato i medici a stabilire che Bruce non dovrebbe esibirsi per i prossimi dieci giorni”.

In quest’ottica, prosegue il messaggio, sono necessari ulteriori rinvii per l’aeroporto Letnany di Praga (originariamente previsto per il 28 maggio) e per lo Stadio San Siro di Milano (originariamente previsto per l’1 e il 3 giugno). Le nuove date per questi spettacoli saranno annunciate a breve.’

Bruce Springsteen ha posticipato altri due spettacoli imminenti, dopo aver riprogrammato un concerto a Marsiglia sabato; Springsteen nella foto nel 2018

L'icona della musica di 74 anni - che ha anche rinviato una serie di spettacoli l'anno scorso - ha dovuto trattenere le esibizioni sotto ordine del medico;  nella foto nel 2019

L’icona della musica di 74 anni – che ha anche rinviato una serie di spettacoli l’anno scorso – ha dovuto trattenere le esibizioni sotto ordine del medico; nella foto nel 2019

È stato inoltre osservato che “coloro che desiderano un rimborso potranno ottenerlo presso il punto di acquisto originale”.

Ai fan è stato assicurato che “Bruce si sta riprendendo bene e lui e la E Street Band non vedono l’ora di riprendere il loro tour europeo di grande successo negli stadi il 12 giugno a Madrid nel magnifico Civitas Metropolitan”.

Lo scorso settembre il nativo del New Jersey ha rinviato tutti i suoi restanti concerti del 2023 al 2024 mentre si riprendeva dall’ulcera peptica.

Ha condiviso un post su Instagram in cui annunciava che tutte le date rimanenti del tour di Bruce Springsteen e della E Street Band sarebbero state interrotte su consiglio del suo medico.

Il post diceva: ‘Bruce Springsteen ha continuato a riprendersi costantemente dall’ulcera peptica nelle ultime settimane e continuerà il trattamento per il resto dell’anno su consiglio del medico.

“Con questo in mente, e per estrema cautela, tutte le rimanenti date del tour del 2023 per Bruce Springsteen e The E Street Band saranno posticipate al 2024.

“Le date riprogrammate per ciascuno degli spettacoli del 2023, compresi quelli posticipati all’inizio di questo mese, saranno annunciate la prossima settimana, e si svolgeranno tutte nelle sedi originariamente previste.”

Ha espresso gratitudine, scrivendo: “Grazie a tutti i miei amici e fan per i vostri auguri, incoraggiamento e supporto”. Sono in via di guarigione e non vedo l’ora di vedervi l’anno prossimo.”

Domenica l'intrattenitore di lunga data ha caricato un post su Instagram condividendo che il suo tour europeo riprenderà il 12 giugno a Madrid

Domenica l’intrattenitore di lunga data ha caricato un post su Instagram condividendo che il suo tour europeo riprenderà il 12 giugno a Madrid

La didascalia del post Instagram di Bruce di domenica diceva: “In seguito al rinvio di ieri a Marsiglia a causa di problemi vocali, ulteriori esami e consultazioni hanno portato i medici a determinare che Bruce non dovrebbe esibirsi per i prossimi dieci giorni”; nella foto nel 2019

Nonostante i suoi problemi di salute, la scorsa settimana Bruce è apparso di buon umore quando gli è stato consegnato l’Academy Fellowship Award dall’amico Sir Paul McCartney agli Ivor Novello Awards.

Durante la cerimonia, che si è svolta al Grosvenor House Hotel di Londra, indossava abito nero, camicia e cravatta.

Presentando il premio, Paul ha scherzato: “Come per i concerti di Bruce, mi terrò breve”, prima di aggiungere che “non poteva pensare a un destinatario più adatto tranne forse Bob Dylan, o Paul Simon, o Billy Joel, o Beyoncé o Taylor Swift.”

Accettando il premio, Bruce ha abbracciato l’ex Beatle e ha fatto riferimento alla sua “lunga e meravigliosa storia” nel Regno Unito, ringraziando i fan “straordinari” per averlo supportato.

Ultime Notizie

Back to top button