Ultime notizie

Calenda presents Azione-IV programme –

(COLORnews) – ROMA, 18 AGO – L’ex ministro dell’Industria Carlo Calenda ha presentato giovedì 25 settembre il programma elettorale del ‘terzo polo’ dell’alleanza tra il suo partito centrista Azione e il partito centrista Italia Viva (IV) dell’ex premier Matteo Renzi, ex leader di centrosinistra del Partito Democratico (PD).

I due assi principali della piattaforma sono persuadere il premier uscente Mario Draghi, l’ex banchiere centrale europeo, a rimanere primo ministro e ad aiutarlo a continuare ad attuare le riforme per qualificarsi per i restanti miliardi dell’enorme ripresa nazionale post COVID finanziata dall’UE e Piano di resilienza (NRRP).

Draghi, che il mese scorso è stato represso da una rivolta di tre partiti populisti nel suo governo di unità nazionale, ha detto che non ha intenzione di continuare come premier.

Calenda, che guida l’alleanza Azione-IV come suo candidato alla presidenza, ha svelato il manifesto insieme ai ministri uscenti Mara Carfagna (Sud) e Mariastella Gelmini (Affari regionali), che hanno lasciato il partito Forza Italia (FI) di Silvio Berlusconi dopo la ribellione anti-Draghi, e un altro ministro uscente, Elena Bonetti della IV (pari opportunità).

Tra le altre proposte elettorali del terzo polo ci sono il taglio di tutte le spese di maternità per le imprese e la restituzione di voucher per badanti e altre assistenti domestiche.

La IV pezzo grosso Maria Elena Boschi ha anche affermato che l’alleanza concordata con Berlusconi sul fatto che le assoluzioni non dovrebbero essere appellabili dai pubblici ministeri, una proposta che ha suscitato polemiche quando l’ex tre volte premier e magnate dei media tormentato dallo scandalo è arrivata mercoledì.

Calenda aveva previsto che il PD, che si è diviso con il Movimento 5 Stelle (M5S) dopo che il leader del M5S ed ex premier Giuseppe Conte ha iniziato a rullare la palla sulla rivolta anti-Draghi, si sarebbe ricucito e si sarebbe unito al partito populista dopo la elezioni, che il centrodestra dovrebbe vincere.

L’ex ministro dell’Industria ha anche detto che “le porte sono sempre aperte” ai moderati che si candidano per il Pd e i suoi alleati come l’economista Carlo Cottarelli, l’ex ministro degli Esteri, la leader radicale e commissaria europea Emma Bonino, e l’ex sindacalista Marco Bentivogli. (COLORnews).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button