Case tagliate dopo lo straripamento del fiume in Veneto – Notizie Generali

Diverse case sono state isolate venerdì dopo che il fiume Muson dei Sassi ha sfondato l’argine nella città di Camposampiero, in provincia di Padova, provocando diffuse inondazioni, mentre continuava l’ondata di pioggia torrenziale che ha colpito il nord Italia questa settimana. Squadre dei vigili del fuoco sono accorse nei centri abitati per evacuare le persone dalle abitazioni isolate, con l’ausilio di veicoli anfibi e mezzi di pompaggio.

Il clima estremo ha colpito in modo particolarmente duro il Veneto e la Lombardia, con Milano che ha registrato le precipitazioni più abbondanti degli ultimi 170 anni.

Un uomo di 66 anni è scomparso, si teme, dopo essere caduto nel fiume Serenza a Cantù, vicino a Como, giovedì, quando un ponte è crollato sotto violenti piogge e flussi d’acqua.

Gli scienziati affermano che la crisi climatica causata dalle emissioni di gas serra umane sta rendendo gli eventi meteorologici estremi come ondate di caldo, siccità, tempeste violente e inondazioni più frequenti e più intensi.

Una serie di recenti disastri innescati da condizioni meteorologiche estreme hanno mostrato l’esposizione dell’Italia al rischio idrogeologico, tra cui inondazioni, smottamenti e smottamenti.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button