Chico Forti torna in Italia dopo 24 anni di carcere americano

Forti welcomed back to Italy by premier Giorgia Meloni.

Enrico “Chico” Forti, un imprenditore italiano che ha trascorso gli ultimi 24 anni in un carcere americano dopo essere stato condannato per l’omicidio di un uomo d’affari australiano nel 1998, è tornato in Italia sabato mattina.

Forti, 65 anni, è atterrato alla base aerea di Pratica di Mare, a sud-ovest di Roma, su un aereo militare italiano, dove è stato accolto dal premier italiano Giorgia Meloni.

Forti sarà trasferito nel carcere di Verona ma prima dovrà trascorrere la notte nel carcere di Trento per motivi organizzativi legati alla visita odierna di Papa Francesco a Verona, riferisce il Corriere della Sera.

Il rimpatrio di Forti, detenuto dall’agenzia americana per l’immigrazione da quando ha lasciato il carcere di Miami pochi giorni fa, fa seguito ad ampi sforzi diplomatici da parte del governo italiano e all’intervento personale di Meloni.

Forti, ex campione di windsurf e produttore televisivo che si è sempre dichiarato innocente, è stato condannato all’ergastolo in Florida nel 2000 per l’omicidio di Dale Pike avvenuto il 15 febbraio 1998.

Durante una visita a Washington il 1° marzo di quest’anno, Meloni ha annunciato che era stato raggiunto un accordo affinché Forti tornasse dagli Stati Uniti per scontare il resto del suo mandato in patria.

Il ministro della Giustizia Carlo Nordio ha successivamente definito il ritorno di Forti in Italia “un traguardo importante e atteso da tempo”, auspicando che tutti i passi necessari siano “completati il ​​più rapidamente possibile per consentire a Forti di continuare a scontare la pena nel suo Paese, vicino ai suoi cari”.

Il caso di Forti è controverso, poiché Forti e i suoi sostenitori hanno sempre sostenuto che egli è vittima di un errore giudiziario.

Questo articolo è in fase di aggiornamento.

Ultime Notizie

Back to top button