Chiudete le acciaierie di Taranto se pericolose – Corte Ue – Imprese

L’Italia dovrebbe fermare la produzione presso le acciaierie Acciaierie d’Italia (AdI) di Taranto se l’impianto rappresenta una minaccia per la salute umana e l’ambiente, ha affermato martedì la Corte di giustizia dell’Unione europea in una sentenza.


La Corte ha affermato che le operazioni presso la struttura devono essere sospese “laddove sussistano minacce serie e significative all’integrità dell’ambiente e alla salute umana”.


La Corte di Giustizia ha chiesto che sia il tribunale di Milano che le ha affidato il caso a decidere se effettivamente così sia in relazione ad un ricorso presentato da residenti della zona.


Il tribunale di Milano aveva chiesto di decidere se la normativa italiana e le speciali norme derogatorie applicabili all’acciaieria per garantirne la continuità violino la direttiva Ue sulle emissioni industriali L’ex acciaieria Ilva, che conta circa 11.000 dipendenti, è stata recentemente messa in esercizio amministrazione straordinaria e AdI dichiarate insolventi essendo terminato in modo astioso il mandato della multinazionale ArcelorMittal come azionista di maggioranza.


Da molti anni è oggetto di battaglie legali per il suo impatto sull’ambiente e sulla salute delle popolazioni locali.


Nel 2019, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha ritenuto che le acciaierie avevano un impatto negativo significativo sull’ambiente e sulla salute dei residenti locali.


La Corte di Giustizia ha affermato che le misure per ridurne l’impatto sono previste già dal 2012, ma i termini per la loro attuazione sono stati più volte prorogati.


I precedenti proprietari, la famiglia Riva, furono condannati per aver causato tassi di cancro più alti del normale a Taranto, soprattutto tra i bambini.


A marzo l’ex amministratore delegato di AdI Lucia Morselli è stata indagata a Taranto per presunti reati in materia di ambiente e salute e sicurezza insieme all’ex direttore di stabilimento Alessandro Labile

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button