Coca Cola pulls ad with Ferragni after Balocco pandoro case – General News

Coca Cola ha pubblicato uno spot televisivo con protagonista l’imprenditrice e social influencer Chiara Ferragni, nel mezzo della polemica scoppiata dopo che era emerso che lei avrebbe tratto profitto da un’iniziativa di beneficenza riguardante una versione “griffata” del popolare pandoro, il dolce natalizio italiano, secondo quanto riportato da Lo riferisce venerdì il quotidiano La Repubblica.


Lo spot sarebbe dovuto andare in onda a partire dalla fine di gennaio, poco prima dell’apertura televisiva del popolare festival annuale della canzone di Sanremo.


Né la Ferragni, 36 anni, né la multinazionale hanno comunicato ufficialmente la notizia.


Prima di Natale l’azienda italiana di occhiali Safilo ha annunciato la risoluzione del suo accordo di licenza con l’influencer per la produzione e distribuzione di occhiali da sole e da vista di marca.


L’annuncio è arrivato poco dopo che l’autorità antitrust italiana ha dichiarato di aver comminato multe di oltre un milione di euro a società legate alla Ferragni e di 420.000 euro all’azienda dolciaria italiana Balocco per pratica commerciale sleale in relazione alla vendita di un pandoro di marca per il motivo che le società avrebbero condotto ai clienti di capire che acquistando il prodotto avrebbero contribuito ad una donazione a favore dell’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino.


La donazione di 50mila euro era stata invece già fatta da Balocco proprio mesi prima.


Dall’iniziativa le aziende legate alla Ferragni avrebbero ricavato oltre un milione di euro.


Poco dopo, la Ferragni si è trovata al centro di una nuova bufera per quanto riguarda un uovo di Pasqua di beneficenza prodotto da Dolci Preziosi che le avrebbe fruttato molto più della cifra donata alla buona causa in questione.


Il premier Giorgia Meloni ha fatto allusione al caso durante il suo discorso di chiusura al festival politico annuale Atreju di Fratelli d’Italia (FdI) a Roma e ancora durante la conferenza stampa di fine anno di giovedì.


“C’è un tema di trasparenza nelle donazioni, su cui forse bisognerebbe lavorare” affinché i singoli casi “non incidano sulla beneficenza”, ha detto la Meloni ai giornalisti a Roma.


“Affrontare le attuali norme sulla trasparenza ed eventualmente immaginarne di migliori potrebbe essere un esercizio utile per tutti”, ha aggiunto.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button