Come diventare moderatore di contenuti: guida passo passo (Stipendio 2023)

Scopri i passaggi importanti per perseguire una carriera come moderatore di contenuti, tra cui istruzione, competenze, stipendio e altro ancora.

I moderatori dei contenuti sono responsabili della revisione e dell’approvazione dei contenuti per una varietà di piattaforme, inclusi social media, siti Web e forum. Questo lavoro richiede una forte attenzione ai dettagli e la capacità di prendere decisioni rapide. Se sei interessato a diventare un moderatore di contenuti, è importante comprendere le responsabilità e i requisiti del lavoro. In questo articolo spieghiamo cosa fanno i moderatori di contenuti e come diventarlo.

Cosa fa un moderatore di contenuti?

Un moderatore di contenuti è una persona che garantisce che il contenuto di un sito Web o di una piattaforma online soddisfi gli standard stabiliti dall’azienda, organizzazione o individuo che lo possiede. Ciò può includere qualsiasi cosa, dalla rimozione di linguaggio volgare e incitamento all’odio al controllo dell’accuratezza o della conformità dei post con le linee guida.

I moderatori dei contenuti in genere hanno i seguenti compiti:

  • Revisione dei contenuti pubblicati dagli utenti per garantire che soddisfino gli standard stabiliti dall’azienda o dall’organizzazione
  • Segnalazione o rimozione di contenuti che violano gli standard, ad esempio contenuti profani, che incitano all’odio, violenti, contenenti spam o altrimenti inappropriati
  • Segnalare eventuali contenuti che potrebbero richiedere un’ulteriore revisione a un supervisore o manager
  • Rispondere alle domande o ai reclami degli utenti sui contenuti moderati
  • Mantenersi aggiornati sulle ultime tendenze e sulle migliori pratiche di moderazione dei contenuti
  • Assistere nello sviluppo e nell’applicazione di politiche di moderazione
  • Formazione di nuovi moderatori di contenuti

Stipendio del moderatore dei contenuti e prospettive di lavoro

Lo stipendio medio per un moderatore di contenuti è di $ 48.410 all’anno. Tuttavia, questa cifra può variare a seconda del datore di lavoro specifico, del settore e della posizione geografica del moderatore.

Il Bureau of Labor Statistics prevede che la crescita dell’occupazione per i moderatori di contenuti sarà più lenta della media nel prossimo decennio. Ciò potrebbe essere dovuto al crescente utilizzo di sistemi automatizzati per moderare i contenuti online. Man mano che sempre più aziende adottano questi sistemi, potrebbe esserci meno bisogno di moderatori umani dei contenuti.

Come diventare moderatore di contenuti

Ecco alcuni passaggi che dovresti eseguire per diventare un moderatore di contenuti.

1. Completa un diploma di scuola superiore o equivalente

Sebbene non sia sempre necessaria una laurea per diventare moderatore di contenuti, la maggior parte dei datori di lavoro preferisce candidati che abbiano completato una qualche forma di istruzione superiore. Un diploma di scuola superiore o equivalente è il requisito educativo minimo per questa posizione. Se sei interessato a intraprendere la carriera di moderatore di contenuti e al momento non hai un diploma di scuola superiore, valuta la possibilità di frequentare un corso o di completare un programma che ti aiuterà a conseguire il diploma.

Se hai già una laurea, potresti prendere in considerazione l’idea di conseguire ulteriore formazione o certificazioni per migliorare ulteriormente il tuo curriculum.

2. Prendi in considerazione la possibilità di conseguire una laurea o un certificato in un campo pertinente, come comunicazione, giornalismo o media digitali

Sebbene una laurea o un certificato non siano sempre necessari per diventare moderatore di contenuti, può aiutarti a ottenere posizioni di livello base e sviluppare le competenze necessarie per questa carriera. Prendi in considerazione la possibilità di conseguire una laurea o una laurea in comunicazione, giornalismo o media digitali se desideri lavorare come gestore di social media o giornalista.

Se sei interessato a lavorare specificamente come moderatore di contenuti, valuta la possibilità di seguire un programma di certificazione nella moderazione dei contenuti online presso un’università accreditata. Il completamento di questi programmi richiede in genere da uno a due anni e fornisce agli studenti una conoscenza fondamentale del diritto, dell’etica e delle migliori pratiche di Internet, insieme a istruzioni su come utilizzare strumenti e software di moderazione dei contenuti.

3. Acquisisci esperienza lavorando con piattaforme di social media e strumenti di moderazione dei contenuti

Molti datori di lavoro di moderatori di contenuti accetteranno candidati entry-level senza esperienza, ma avere una certa esperienza nell’uso delle piattaforme di social media può aiutarti a comprendere i tipi di contenuti che potresti recensire. Se non hai alcuna esperienza personale nell’uso dei social media, prova a creare account gratuiti su diverse piattaforme per vedere come funzionano.

Potresti anche prendere in considerazione l’idea di lavorare in un campo correlato prima di intraprendere la carriera di moderatore di contenuti. Ad esempio, se sei interessato a diventare un social media manager o un community manager, potresti iniziare facendo volontariato o svolgendo stage non retribuiti presso aziende o organizzazioni locali.

4. Sviluppare forti capacità di ricerca

I moderatori dei contenuti devono essere in grado di trovare informazioni in modo rapido e accurato. Devono sapere come utilizzare gli strumenti di ricerca e altre risorse per individuare contenuti che potrebbero violare le linee guida di un’azienda o infrangere la legge. Forti capacità di ricerca sono importanti anche per identificare materiale protetto da copyright in modo da poter determinare se è consentito l’uso sul sito web del tuo cliente.

Dovresti anche sviluppare forti capacità analitiche, poiché dovrai valutare grandi quantità di contenuti e prendere decisioni in base a ciò che trovi.

5. Essere in grado di lavorare in modo indipendente e prendere rapidamente decisioni valide

I moderatori dei contenuti spesso lavorano in modo indipendente e prendono decisioni rapidamente. Potrebbero dover rivedere centinaia di post o video in un giorno, quindi è importante che possano dare priorità al loro tempo e concentrarsi sulle attività più urgenti.

Poiché spesso esistono linee guida rigide su quali contenuti sono accettabili e quali no, i moderatori dei contenuti devono essere in grado di prendere decisioni rapide sulla necessità o meno di rimanere online.

6. Rimani aggiornato sulle tendenze dei social media e dei contenuti online

I moderatori dei contenuti devono essere in grado di riconoscere e comprendere le ultime tendenze nei contenuti dei social media. Ciò include sapere quali tipi di post, video o altri contenuti online sono di tendenza tra i diversi dati demografici e gruppi di età.

Ad esempio, potresti dover sapere che un particolare hashtag viene comunemente utilizzato da un gruppo specifico di persone che pubblicano materiale offensivo o inappropriato. Oppure potresti aver bisogno di sapere che una celebrità popolare ha recentemente cambiato il proprio nome utente, il che potrebbe influire sul numero di account di imitazione su varie piattaforme.

7. Unisciti a organizzazioni professionali, come la Online Content Moderation Association

L’Online Content Moderation Association (OCMA) è un’organizzazione che fornisce risorse e opportunità di networking per professionisti nel campo della moderazione dei contenuti online. L’adesione all’OCMA può aiutarti a conoscere le opportunità di lavoro, ricevere formazione e certificazioni e rimanere aggiornato sulle tendenze del settore. L’OCMA offre anche un programma di certificazione per coloro che desiderano avanzare nella propria carriera.

Ultime Notizie

Back to top button