Come guardare le elezioni europee da Pro

3. Se Ursula von der Leyen arrivasse a 361 voti

Per vincere un altro mandato alla guida dell’UE dal 13° piano del quartier generale Berlaymont della Commissione a Bruxelles, von der Leyen deve superare l’opposizione – nei gruppi politici concorrenti e persino nel suo stesso gruppo di centrodestra del Partito popolare europeo (PPE). I risultati del 9 giugno daranno una prima indicazione della battaglia che dovrà affrontare per ottenere sostegno.

Analisi: Von der Leyen ha bisogno di 361 voti per mantenere il suo posto. Buona fortuna

4. Quanti seggi dei partiti ribelli sono in palio

Diversi partiti cercheranno nuovi alleati politici dopo il 9 giugno. Quei seggi – per i quali i gruppi politici dovranno contrattare nei giorni e nelle settimane successivi al voto – possono cambiare drasticamente il potere nell’emiciclo.

Alcuni nel gruppo liberale Renew stanno cercando di cacciare il Partito popolare olandese per la libertà e la democrazia (VVD) perché ha stretto un accordo con l’estrema destra Geert Wilders per formare il prossimo governo dei Paesi Bassi. Si prevede che VVD otterrà quattro seggi.

A destra, l’ungherese Viktor Orbán è uscito dal gruppo PPE, e in palio ci sono circa 10 seggi legati al suo partito Fidesz. L’AfD è stato espulso dal gruppo di estrema destra ID e il suo candidato principale Maximilian Krah si è dimesso dalla campagna, il che significa che ben 16 seggi sono in palio se il partito riuscirà a farsi strada. salonefähig Ancora.

Poi ci sono i nuovi partiti, quelli che per la prima volta si candidano per un seggio nell’UE. In Ungheria il partito di centrodestra TISZA spera di ottenere sei seggi. In Romania, l’Alleanza per l’Unione dei Romeni (AUR) potrebbe portare sei nuovi seggi all’ECR. In Spagna il partito di sinistra Sumar potrebbe ottenere cinque seggi. E in Italia, si prevede che l’alleanza Verde-Sinistra AVS ne avrà quattro. (Le proiezioni dei posti risalgono al 29 maggio.)

Ultime Notizie

Back to top button