Esteri

Come votare alle elezioni americane dall’Italia

Americani in Italia, è già tempo di elezioni!

Ora è il momento di richiedere il tuo scrutinio per votare nel midterm dell’8 novembre.

Tutti i cittadini statunitensi possono votare dall’Italia, ma per farlo è necessario richiedere un voto per assente ogni anno elettorale. Puoi farlo compilando e inviando una domanda di carta postale federale (FPCA) su www.votefromabroad.org.

Le elezioni di medio termine negli Stati Uniti sembrano lontane, soprattutto se ti stai ancora godendo le vacanze, ma per i circa 40.000 cittadini statunitensi che vivono in Italia non è troppo presto per pensare all’ora delle elezioni.

Le schede elettorali per assenze all’estero vengono inviate agli elettori via e-mail 45 giorni prima delle elezioni (24 settembre di quest’anno). Ma non aspettare… Devi iniziare subito! Troverai tutte le regole e le scadenze per ogni stato su Vota dall’estero!

Fortunatamente, ora richiedere il voto è più facile che mai: bastano solo 5 minuti da smartphone o computer. Vai a www.VoteFromAbroad.org, un sito web progettato per aiutare TUTTI gli elettori statunitensi idonei che vivono all’estero. Vota dall’estero ti guida attraverso il processo passo dopo passo. Devi solo scegliere il tuo stato, quindi fornire il tuo indirizzo di voto negli Stati Uniti e il codice postale. Avrai bisogno del tuo numero di previdenza sociale e di un pezzo di carta bianca senza righe in modo da poter “catturare” la tua firma e caricarla sulla piattaforma. In caso di problemi in qualsiasi momento puoi contattare l’Help Desk e i volontari ti aiuteranno a superare qualsiasi difficoltà.

Gli elettori d’oltremare che richiedono il loro voto tramite FPCA hanno diversi vantaggi. È necessaria solo una forma di carta d’identità, le schede elettorali vengono inviate 45 giorni prima delle elezioni (quest’anno il 24 settembre) e le schede elettorali all’estero sono protette dalla legge federale.

Quando ricevi la tua scheda elettorale via e-mail, non perdere tempo! Completalo e restituiscilo immediatamente al tuo funzionario elettorale locale, dopodiché dovresti assicurarti che il tuo scrutinio sia arrivato. Molti stati consentono la restituzione delle schede elettroniche o via fax (ad esempio, tramite sistemi Internet fax come FaxZero). In alcuni stati la tua scheda deve essere restituita in forma cartacea. Per la restituzione delle schede elettorali, DHL offre un codice sconto speciale “USA20“, uno sconto del 20% disponibile per tutta la posta diretta negli USA solo presso i ServicePoint fisici DHL drop-off oppure puoi utilizzare le Poste Italiane Posta Prioritaria. Puoi anche consegnarlo all’Ambasciata di Roma o al Consolato di Milano, Napoli o Firenze. Entro lunedì 19 settembre l’Ambasciata e i Consolati invieranno un messaggio a tutti i cittadini statunitensi registrati in Italia in cui verranno descritte in dettaglio le procedure delle schede elettorali presso i nostri consolati e ambasciate.

Il tuo voto conta – molto!

Se pensi che il tuo voto dall’estero non possa fare la differenza, ripensaci. Hai più potere a metà mandato di quanto pensi. Nel 2020 gli elettori d’oltremare hanno creato il margine di vittoria per i Democratici.

A metà mandato del 2022 il margine di vittoria in diversi stati chiave sarà sottilissimo, proprio come lo era nel 2020. Il presidente Joe Biden ha vinto la Georgia con un margine di appena lo 0,23% (11.779 voti), ma gli elettori d’oltremare hanno restituito circa 19.000 voti alla Georgia e i Democratici hanno portato lo stato! In un altro esempio di un margine sottile che fa la differenza, Biden alla fine ha vinto l’Arizona con circa 10.000 voti su Trump, un margine dello 0,3%.

Le elezioni del 2020 hanno stabilito un nuovo record di affluenza alle urne: sono stati espressi quasi 158,4 milioni di schede elettorali, ovvero circa 7 punti percentuali in più rispetto al 2016. Anche gli americani che vivono all’estero hanno votato in numero crescente nel 2020: 900.000 civili e militari americani residenti all’estero hanno votato per assente , secondo il rapporto completo 2020 del sondaggio sull’amministrazione elettorale e sul voto

I Democratici all’estero hanno triplicato i voti degli americani che vivono in Italia alle elezioni presidenziali del 2020. Siamo orgogliosi di questi risultati e grati per tutto il supporto da parte di tutti voi e dei nostri volontari. Tuttavia, noi dovere aumentare ancora di più la partecipazione degli elettori a metà mandato e alle elezioni presidenziali del 2024.

Eppure, nonostante questi aumenti impressionanti, solo il 7,8% degli americani che vivono all’estero e che possono votare effettivamente lo fa, secondo uno studio federale basato sui dati delle elezioni del 2020.

Cosa c’è in gioco

Queste elezioni determineranno il futuro del nostro Paese e ciò che il Presidente Biden potrà realizzare nei prossimi due anni. A metà del suo mandato, Biden ha mantenuto molte delle sue promesse elettorali: è stato approvato l’impressionante legge sulla riduzione dell’inflazione, che abbasserà il costo della vita e combatterà il cambiamento climatico; il CHIPS & Science Act è stato convertito in legge; la legislazione sulla sicurezza delle armi più forte degli ultimi decenni è ora legge; e un pacchetto infrastrutturale irripetibile è una realtà. Dobbiamo continuare ad avere una maggioranza democratica alla Camera e al Senato in modo che il presidente Biden possa continuare ad approvare leggi più storiche come questa.

Se sei preoccupato per gli eventi del 2022 – la guerra in Ucraina, il clima estremo, la siccità, la continua violenza armata, la decisione della Corte Suprema sull’aborto – o sei preoccupato per l’erosione dei nostri diritti democratici, non sederti a casa. Esercita il potere che hai. Ci sono 34 seggi al Senato degli Stati Uniti, 435 seggi alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, 46 legislature statali e 36 governatorati statali al ballottaggio, che decidono tutti il ​​futuro del nostro paese.

Cosa puoi fare? Impegnati a chiedere a cinque americani che vivono all’estero di richiedere le loro schede elettorali su VoteFromAbroad.org.

VOTA e dona!

Distinti saluti,

Nancy Fina

Cattedra Nazionale Democratici all’Estero

[email protected]

Ultime Notizie

Back to top button