COMMENTO DEL DAILY MAIL: I fallimenti delle élite europee alimentano l’estremismo

Gli elettori britannici sono sempre stati profondamente diffidenti nei confronti della politica estremista, trattando con lo stesso disprezzo i fomentatori dell’estrema sinistra e dell’estrema destra.

Lo stesso non si può dire dell’Europa continentale, dove molti grandi paesi sono caduti sotto regimi autoritari di un tipo o dell’altro nel corso della storia.

Oggi, in tutto il continente, l’estremismo è di nuovo in ascesa. Il malcontento per le migrazioni di massa, le tasse elevate e la corsa a perdifiato verso Net Zero hanno visto enormi guadagni elettorali per l’estrema destra.

In Francia, il Rassemblement National di Marine Le Pen ha ottenuto il 33 per cento dei voti alle elezioni parlamentari del paese, relegando il partito centrista Renaissance del presidente Macron a un umiliante terzo posto.

La sua vittoria segue le ondate di destra in Italia, Germania e Svezia, tra gli altri. Il fattore comune è che le persone si sentono ignorate dalle élite liberali che hanno tradizionalmente governato i loro paesi.

In Francia, il Rassemblement National di Marine Le Pen ha vinto il 33 per cento dei voti alle elezioni parlamentari del paese e ha relegato il partito centrista Renaissance del presidente Macron (nella foto) a un umiliante terzo posto.

La sua vittoria segue le ondate di destra in Italia, Germania e Svezia, tra gli altri

La sua vittoria segue le ondate di destra in Italia, Germania e Svezia, tra gli altri

Sono particolarmente turbati dall’enorme e continuo afflusso di migranti e hanno la sensazione che le loro nazioni si stiano trasformando in modo irrevocabile senza il loro consenso.

Molti in questo paese la pensano allo stesso modo. Quindi, potrebbe esserci un simile scossone per la destra qui? Se il partito laburista vincesse giovedì, il ministro dell’Interno James Cleverly ritiene che potrebbe accadere.

I conservatori non sono in una posizione forte per predicare, avendo lasciato che la migrazione netta legale annuale salisse a 675.000 e non riuscendo a fermare le piccole imbarcazioni. Ma almeno stanno cercando di fare qualcosa al riguardo, a differenza del Labour, che sembra rilassato sui numeri in arrivo.

La popolazione del Regno Unito è aumentata di 10 milioni da quando Tony Blair è stato eletto nel 1997. Ai livelli di migrazione attuali, si prevede che aumenterà di altri 6,1 milioni entro il 2036, con tutte le pressioni che ciò comporterà su alloggi, scuole, trasporti e NHS.

Sì, gli inglesi sono un popolo innatamente giusto, tollerante e ospitale. Ma se sentono di non avere alcun controllo sulle proprie vite e sul proprio destino, anche loro potrebbero arrivare al punto di rottura.

Molti in questo paese la pensano allo stesso modo. Quindi, potrebbe esserci un simile scossone per la destra qui? Se il partito laburista vincesse il potere giovedì, il ministro dell'Interno James Cleverly (nella foto) ritiene che potrebbe esserci

Molti in questo paese la pensano allo stesso modo. Quindi, potrebbe esserci un simile scossone per la destra qui? Se il partito laburista vincesse il potere giovedì, il ministro dell’Interno James Cleverly (nella foto) ritiene che potrebbe esserci

Una chiamata alle armi

Inutile dire che il dovere primario di ogni governo è la difesa del regno.

Trascurarlo o indebolirlo in qualsiasi modo mette a repentaglio la nostra sicurezza e compromette il nostro status di nazione libera. Questo principio non potrebbe essere più pertinente di adesso, in quest’epoca di minaccia globale volatile.

È quindi inquietante leggere la fosca prognosi di un alto funzionario della Difesa, il quale afferma che le nostre Forze Armate “non sono in grado di difendere adeguatamente la patria britannica”.

L’esercito sta operando con un ‘minimo indispensabile’ di truppe ed equipaggiamento, dice Rob Johnson. ‘In qualsiasi operazione su larga scala, finiremmo rapidamente le munizioni. Le nostre difese sono troppo deboli. Non siamo preparati a combattere… un conflitto armato.’

Sir Keir Starmer afferma che il partito laburista aumenterà anche i finanziamenti, anche se non è riuscito a fornire una data

Sir Keir Starmer afferma che il partito laburista aumenterà anche i finanziamenti, anche se non è riuscito a fornire una data

Ci sono molte chiamate a carico delle casse pubbliche, dal finanziamento della sanità pubblica al mantenimento della legge e dell’ordine. Ma se non ricostruiamo il nostro Esercito, la Royal Navy e la RAF gravemente indeboliti, i nostri nemici saranno incoraggiati.

I conservatori si impegnano, se rieletti, ad aumentare la spesa per la difesa al 2,5% del PIL entro il 2030, per un totale di 70 miliardi di sterline all’anno.

Sir Keir Starmer afferma che il Labour aumenterebbe anche i finanziamenti, sebbene abbia palesemente omesso di fornire una data. Entrambe le parti dovrebbero andare oltre. Per proteggere i nostri interessi, dobbiamo essere in grado di proiettare potenza militare.

Il presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt disse che la chiave della politica estera era “parlare piano e portare un grosso bastone”. Il bastone della Gran Bretagna è ora pericolosamente piccolo.

Ultime Notizie

Back to top button