Confindustria e Commissariato Generale per l'Italia a Expo 2025 Osaka firmano accordo – Arte Cultura e Stile

Garantire la massima partecipazione del sistema industriale italiano a Expo 2025 Osaka. È questo l'obiettivo principale del Protocollo d'intesa firmato mercoledì a Roma da Confindustria e dal Commissario Generale per l'Italia all'Esposizione Universale.

L'accordo, siglato nella sede di Confindustria, consentirà inoltre di promuovere il turismo e i territori, sostenere l'internazionalizzazione delle filiere produttive e attrarre investimenti, valorizzando le tecnologie e il know-how del nostro Paese.

Il protocollo – sottoscritto alla vigilia dell'Esposizione Universale da Barbara Cimmino, vicepresidente di Confindustria per l'export e l'attrazione degli investimenti, e da Mario Vattani, Commissario generale per l'Italia a Expo 2025 Osaka – rafforza la collaborazione tra le due istituzioni nello sviluppo di collegamenti tra le imprese italiane e nuovi potenziali partner esteri per agevolare lo sviluppo di relazioni economiche e accordi commerciali.

All'incontro ha partecipato anche Matteo Zoppas, presidente dell'ICE-Agenzia, per sottolineare l'impegno dell'Agenzia nella promozione delle attività imprenditoriali sui mercati esteri.

Il sostegno è fondamentale per far emergere il valore del Made in Italy e contribuire all’internazionalizzazione delle imprese in Asia, di cui Expo 2025 Osaka sarà un importante volano.

Tra gli obiettivi del Protocollo d'intesa firmato mercoledì, ha detto la vicepresidente di Confindustria, Barbara Cimmino, “individuare i progetti da coinvolgere, in stretta intesa con le associazioni di sistema, privilegiando quelli più significativi relativamente all'area Asia-Pacifico e ai Paesi considerati strategici, creare occasioni di incontro e confronto con le aziende associate, gli enti, le istituzioni, le accademie con cui il Commissario ha stretto accordi di cooperazione, promuovere, in partnership con il sistema pubblico, l'organizzazione di missioni incoming e outgoing in Giappone per avviare collaborazioni dirette con enti e operatori dell'area e favorire contatti tra aziende italiane e controparti di interesse”.

Cimmino ha poi proseguito dicendo che nei prossimi mesi verrà definito “un piano condiviso di attività” “per facilitare l'aggregazione di risorse e conoscenze nel mondo imprenditoriale italiano, in cui le aziende saranno le vere protagoniste, in relazione ai temi e ai progetti della partecipazione italiana a Expo 2025”. Il Commissario generale per l'Italia a Expo 2025 Osaka, Ambasciatore Mario Vattani, ha affermato che “per un semestre, il Padiglione Italia a Expo 2025 Osaka sarà uno strumento efficace per promuovere le nostre eccellenze in Giappone e in Asia, una regione caratterizzata da mercati giovani e in forte crescita”.

“Accanto a spazi dedicati in cui sarà possibile presentare progetti e organizzare eventi, le aziende che saranno presenti a Expo saranno supportate da servizi offerti da una rete di istituzioni e associazioni di categoria con cui, nel corso degli ultimi mesi, abbiamo stretto accordi di collaborazione.

“La partnership con Confindustria è un tassello importante di questo percorso di internazionalizzazione”, ha concluso Vattani.

Il presidente dell’ICE, Matteo Zoppas, ha dichiarato: “Expo 2025 Osaka è un evento che unisce la promozione e lo sviluppo del Made in Italy, che rappresentano le principali attività dell’Agenzia ICE.

“L'Esposizione Universale rappresenta infatti una vetrina unica per le produzioni italiane e per la crescita delle esportazioni, non solo sul mercato locale ma anche in Giappone e in tutto il continente asiatico.

“L'Agenzia ICE, attraverso la sua rete di uffici, potrà contribuire ad Expo Osaka organizzando l'incoming di operatori e buyer qualificati con l'obiettivo di creare occasioni di business matching e porre le basi per un ulteriore sviluppo delle imprese italiane nell'area.

“In Giappone l'export del Made in Italy nel 2023 ha raggiunto gli 8 miliardi di euro, includendo prodotti di eccellenza per qualità, innovazione e tecnologia, con grandi prospettive di crescita.

“Expo 2025 Osaka sarà quindi un'occasione imperdibile per capitalizzare il livello di attrattività del made in Italy attraverso il contributo dell'intero Paese, rappresentato da Ice, Sace, Simest e Cdp, insieme al grande impegno del Governo, offerto alle aziende e alle associazioni che parteciperanno. Il miglior ambasciatore a Expo delle cose belle e fatte bene: il Made in Italy”, ha concluso.

L'Expo 2025 si terrà a Osaka dal 13 aprile al 13 ottobre 2025 e avrà come tema “Progettare la società futura per le nostre vite”.

L'Italia si presenta con un padiglione progettato dall'architetto Mario Cucinella il cui slogan è “L'arte rigenera la vita”.

Si prevede che all'evento prenderanno parte oltre 30 milioni di visitatori.

Questa Esposizione Universale costituirà un'importante occasione di promozione per le aziende italiane nell'area Asia-Pacifico, dove potrà essere presentato lo “stato dell'arte” dell'Italia: dal design all'alimentazione, dalla moda alla tecnologia, dalle infrastrutture all'urbanistica, dall'energia alla scienza e all'industria, con uno sguardo all'aerospaziale, alla robotica, alle scienze della vita e all'alta tecnologia, alla farmaceutica e al settore biomedicale.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button