Continua a salire il bilancio delle vittime del naufragio di una barca di migranti italiani

È salito ad almeno 64 il bilancio delle vittime della barca di legno con a bordo centinaia di migranti, naufragata domenica al largo delle coste italiane.

Almeno un corpo è stato tirato fuori dal mare lunedì, secondo i notiziari.

I sopravvissuti stimano che tra le 150 e le 200 persone fossero a bordo della nave che ha iniziato il suo viaggio pochi giorni fa dalla Turchia. Ottanta persone sono sopravvissute alla tragedia, mentre i funzionari temono che il bilancio delle vittime possa raggiungere più di 100. Molti dei migranti provenivano dal Pakistan e dall’Afghanistan.

L’agenzia di stampa Reuters riferisce che tre uomini, un cittadino turco e due pakistani, sono stati arrestati dalle autorità italiane con l’accusa di traffico di esseri umani.

Enormi mucchi di detriti della nave hanno iniziato a depositarsi sulla spiaggia lunedì vicino alla città di Steccato di Cutro, tra cui legna, serbatoi di gas, contenitori per alimenti e giocattoli per bambini.

Più di 105.000 migranti sono arrivati ​​in Italia via mare nel 2022, la maggior parte provenienti da Africa, Medio Oriente e Asia meridionale.

L’Italia ha chiesto ad altri paesi dell’Unione Europea di intensificare e accogliere alcuni dei migranti, molti dei quali non stanno cercando di rimanere in Italia, ma sono invece concentrati sul viaggiare altrove in Europa per trovare lavoro e/o ricongiungersi con i familiari.

Il governo del primo ministro di destra Giorgia Meloni ha approvato una legislazione che impone rigide restrizioni alla capacità dei gruppi umanitari di schierare barche per assistere nei soccorsi.

Alcune informazioni per questo rapporto sono arrivate da The Associated Press e Reuters.

Ultime Notizie

Back to top button