Corea del Nord e Russia firmano un patto per fornire tutto l’aiuto militare disponibile nel caso in cui altri venissero attaccati

La Corea del Nord e la Russia hanno concordato di fornire assistenza militare immediata nel caso in cui una delle due dovesse affrontare un’aggressione armata, in base a un patto firmato dai loro leader durante la prima visita del presidente russo Vladimir Putin in 24 anni.

L’impegno è visto come la ripresa di un accordo di mutua difesa previsto da un trattato del 1961 adottato dagli alleati della Guerra Fredda e annullato nel 1990 quando l’Unione Sovietica stabilì rapporti diplomatici con la Corea del Sud.

L’accordo per un “partenariato strategico globale” firmato mercoledì dal presidente russo Vladimir Putin e dal leader nordcoreano Kim Jong Un è una delle mosse di più alto profilo in Asia da parte di Mosca negli ultimi anni.

“Se una delle parti si trova ad affrontare un’invasione armata e si trova in uno stato di guerra, l’altra parte utilizzerà immediatamente tutti i mezzi disponibili per fornire assistenza militare e di altro tipo in conformità con l’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite e le leggi di ciascun paese”, articolo 4. dell’accordo dice.

L’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite prevede il diritto di uno Stato membro di intraprendere azioni di legittima difesa individuale o collettiva.

L’impegno dei leader dei due paesi, che si trovano ad affrontare un crescente isolamento internazionale, arriva in un contesto di crescente preoccupazione tra gli Stati Uniti e i loro alleati asiatici su quanto la Russia sosterrebbe la Corea del Nord, l’unico paese ad aver testato un’arma nucleare in questo secolo.

Kim ha fatto eco alla dichiarazione di Putin che collega esplicitamente i loro legami sempre più profondi alla lotta contro le politiche “egemoniche e imperialiste” dell’Occidente e degli Stati Uniti in particolare, compreso il suo sostegno all’Ucraina.

L’accordo afferma inoltre che nessuna delle parti firmerà alcun trattato con un paese terzo che violi gli interessi dell’altro e che non consenta che il suo territorio venga utilizzato da alcun paese per danneggiare la sicurezza e la sovranità dell’altro, ha affermato KCNA.

I due paesi intraprenderanno azioni congiunte volte a “rafforzare le capacità di difesa per prevenire la guerra e garantire la pace e la sicurezza regionale e internazionale”, ha affermato.

La Corea del Sud e la Casa Bianca non hanno commentato immediatamente il contenuto dell’accordo.

Il Giappone ha espresso “gravi preoccupazioni” per la promessa di Putin di non escludere la cooperazione con Pyongyang sulla tecnologia militare.

La reazione della Cina, il principale benefattore politico ed economico del Nord, è stata contenuta.

Washington e Seul sono sempre più allarmati dall’intensificarsi della cooperazione militare tra la Russia e il Nord, e hanno accusato i due di violare le leggi internazionali commerciando in armi da utilizzare nella guerra di Mosca contro l’Ucraina. Funzionari ucraini hanno affermato di aver trovato detriti missilistici nordcoreani nel loro paese.

La Russia e la Corea del Nord negano qualsiasi commercio di armi, nonostante le prove del contrario.

Esperti delle Nazioni Unite affermano che un missile della Corea del Nord è atterrato a Kharkiv in Ucraina

I detriti di un missile atterrato nella città ucraina di Kharkiv il 2 gennaio provenivano da un missile balistico nordcoreano della serie Hwasong-11, hanno riferito gli osservatori delle sanzioni delle Nazioni Unite a un comitato del Consiglio di sicurezza in un rapporto visto da Reuters lunedì (29 aprile).

L’aiutante presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha affermato che la Russia, membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha consentito “l’annullamento più sfacciato” di tutte le sanzioni imposte alla Corea del Nord per fermare il suo sviluppo di armi.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che il patto dimostra che le potenze autoritarie si stanno allineando.

Nella sua prima visita a Pyongyang dal 2000, Putin ha ringraziato Kim per il sostegno alla politica russa, e Kim ha riaffermato il sostegno “incondizionato” e incrollabile a “tutte le politiche della Russia”, inclusa la guerra di Putin con l’Ucraina.

KCNA ha pubblicato giovedì il testo completo dell’accordo, che comprende anche la cooperazione in materia di energia nucleare, esplorazione spaziale, sicurezza alimentare ed energetica.

Cha Du Hyeogn, ex funzionario del governo sudcoreano e ora ricercatore presso l’Asan Institute for Policy Studies di Seoul, ha affermato che l’impegno di difesa reciproca è simile a quello del trattato del 1961 tra il Nord e l’Unione Sovietica.

Ma il riferimento alla Carta delle Nazioni Unite e alle leggi di ciascun paese è aperto all’interpretazione e non è chiaro se l’accordo costituirà un’alleanza, ha detto.

“Tutto deriva dal fatto che Kim vuole mettere tutto in gioco per questo accordo, mentre Putin è riluttante a farlo”, ha detto Cha.

Scopri di più con Euractiv

Armenia e Azerbaigian scambiano frecciate dopo che la Francia ha promesso obici CAESAR a Yerevan

Ultime Notizie

Back to top button