Cosa fa un Community Manager WeWork? (Stipendio 2023)

Scopri cosa fa un WeWork Community Manager, come ottenere questo lavoro e cosa serve per avere successo come WeWork Community Manager.

WeWork è una rete globale di spazi di lavoro e servizi condivisi che fornisce ai membri l’accesso a una varietà di servizi, come spazi per uffici, sale riunioni ed eventi di networking.

Un WeWork Community Manager è responsabile della creazione di un ambiente positivo e produttivo per i membri. Sono il volto dell’azienda e sono responsabili di fornire un eccellente servizio clienti, gestire le operazioni quotidiane dello spazio di lavoro e creare un senso di comunità tra i membri. Aiutano anche a pianificare e ospitare eventi, gestire il budget e garantire che lo spazio di lavoro funzioni senza intoppi.

Mansioni lavorative del responsabile della comunità WeWork

Un WeWork Community Manager in genere ha una vasta gamma di responsabilità, che possono includere:

  • Sviluppare e mantenere rapporti con i membri, fornendo un elevato livello di servizio al cliente
  • Creare un ambiente che incoraggi la collaborazione e il coinvolgimento della comunità
  • Monitorare lo spazio per garantire che sia pulito, organizzato e sicuro per tutti i membri
  • Gestisci gli eventi, inclusa la pianificazione, l’impostazione, l’esecuzione e il follow-up
  • Rispondere tempestivamente alle richieste dei membri attuali e potenziali
  • Assistere nell’inserimento di nuovi membri, assicurandosi che abbiano accesso a tutte le risorse necessarie
  • Sviluppare e implementare strategie per aumentare l’adesione e la fidelizzazione
  • Tieni traccia del feedback dei membri e fornisci approfondimenti al management su come migliorare l’esperienza
  • Mantenere registrazioni accurate di tutte le transazioni e attività
  • Garantire la conformità alle politiche e alle procedure WeWork
  • Collaborare con altri dipartimenti per coordinare le iniziative di marketing
  • Identificare le opportunità per migliorare l’esperienza complessiva dei membri

Stipendio del responsabile della comunità WeWork

Lo stipendio di un Community Manager presso WeWork è determinato da una serie di fattori, tra cui le dimensioni della comunità, la complessità del ruolo, l’ubicazione della posizione e l’esperienza dell’individuo. Inoltre, l’azienda può prendere in considerazione le qualifiche, le competenze e le prestazioni dell’individuo nel determinare lo stipendio. WeWork si impegna a offrire salari competitivi che riflettano il valore della posizione e il contributo individuale all’organizzazione.

  • Stipendio annuale medio: $ 93.973 ($ 45,18/ora)
  • Stipendio annuo del 10% più ricco: $ 124.300 ($ 59,76/ora)

Requisiti per il lavoro di Responsabile della community WeWork

Per essere assunti come Community Manager presso WeWork, i candidati devono avere almeno una laurea in un campo correlato come affari, marketing o comunicazioni. Costituisce titolo preferenziale esperienza pregressa nel servizio clienti, nelle vendite o nell’ospitalità. Inoltre, i candidati devono possedere eccellenti capacità comunicative e interpersonali, nonché la capacità di pensare in modo strategico e di risolvere problemi. È richiesta anche una patente di guida valida.

WeWork richiede inoltre che tutti i Community Manager abbiano una conoscenza pratica della suite Microsoft Office, nonché esperienza con il software di gestione delle relazioni con i clienti (CRM). Inoltre, i candidati devono essere in grado di lavorare in modo indipendente e sentirsi a proprio agio con il multitasking. Infine, i candidati devono essere in grado di lavorare con orari flessibili, compresi la sera e i fine settimana.

Competenze del responsabile della comunità WeWork

Per avere successo, i dipendenti del WeWork Community Manager necessitano delle seguenti competenze:

Gestione della crisi: Il lavoro di un community manager spesso comporta la gestione di situazioni impreviste. Potrebbero essere responsabili dello sviluppo di un piano di gestione delle crisi per la loro azienda e della formazione del proprio team su come rispondere alle emergenze. Potrebbero anche essere i primi a rispondere a eventuali problemi che si presentano e necessitano di trovare rapidamente soluzioni.

Assistenza clienti: Le competenze del servizio clienti possono aiutarti a fornire guida e supporto ai membri WeWork. Puoi utilizzare queste competenze per aiutare i membri a orientarsi nello spazio di coworking e a trovare le risorse di cui hanno bisogno. Puoi anche utilizzare le competenze del servizio clienti per risolvere i problemi che i membri potrebbero avere con le strutture o i servizi.

Gestione dei contenuti: I community manager utilizzano spesso sistemi di gestione dei contenuti per creare e aggiornare siti Web aziendali, account di social media e altre risorse online. Possono anche utilizzare sistemi di gestione dei contenuti per creare e aggiornare documenti, presentazioni e altri file. Questa abilità può aiutare i gestori della comunità a organizzare e aggiornare le informazioni su varie piattaforme.

Copywriting e editing: Il copywriting e l’editing sono competenze importanti per i community manager, poiché spesso scrivono e modificano contenuti per i canali di social media, il sito Web e altri materiali di marketing della propria azienda. Potrebbero anche essere responsabili della scrittura e della modifica dei materiali di formazione dei dipendenti, dei manuali dei dipendenti e di altri documenti.

Notorietà del marchio: La brand awareness è la comprensione dell’immagine e della reputazione di un’azienda. I community manager possono utilizzare la consapevolezza del marchio per aiutare la propria azienda a crescere. Possono farlo creando contenuti che mettono in mostra i valori e la missione della loro azienda. Possono anche utilizzare la consapevolezza del marchio per aiutare la propria azienda a sviluppare un’identità unica nel proprio settore.

Ambiente di lavoro del responsabile della comunità WeWork

I manager della comunità WeWork sono responsabili della creazione di un ambiente di lavoro positivo e produttivo per i membri della comunità WeWork. Si prevede che siano disponibili durante il normale orario lavorativo, ma potrebbe essere loro richiesto di lavorare anche la sera e nei fine settimana per ospitare eventi speciali o rispondere a richieste urgenti. I Community Manager devono essere in grado di svolgere più attività contemporaneamente e gestire una serie di attività contemporaneamente, come rispondere alle richieste dei membri, gestire la struttura e organizzare eventi. Devono anche essere in grado di lavorare in modo indipendente e sentirsi a proprio agio nell’interagire con una vasta gamma di persone. I Community Manager devono essere in grado di gestire situazioni stressanti e mantenere la calma sotto pressione. Devono anche essere in grado di pensare con i propri piedi e prendere decisioni rapide.

Tendenze dei gestori della community WeWork

Ecco tre tendenze che influenzano il modo in cui lavorano i dipendenti WeWork Community Manager.

Il contenuto è re

I contenuti stanno diventando sempre più importanti per i gestori della community WeWork. Content marketing, gestione dei social media e SEO sono tutte competenze essenziali che un Community Manager deve possedere per interagire efficacemente con i propri membri e promuovere il marchio.

La creazione di contenuti è fondamentale per stimolare il coinvolgimento e creare una presenza online. Ciò include la creazione di post di blog, video, podcast, webinar e altre forme di contenuto che possono essere utilizzate per attirare nuovi membri e mantenere quelli esistenti. Inoltre, i Community Manager devono capire come utilizzare l’analisi per misurare il successo dei propri contenuti e adeguarsi di conseguenza.

Comprendere questa tendenza emergente è fondamentale per i Community Manager poiché li aiuterà a creare contenuti accattivanti che siano in sintonia con il loro pubblico target e favoriscano la crescita dell’azienda.

L’automazione aumenta l’efficienza

L’automazione sta diventando sempre più importante per i gestori delle community WeWork per aumentare l’efficienza e ridurre i costi. I processi automatizzati possono aiutare a semplificare attività come l’onboarding di nuovi membri, la gestione delle prenotazioni e il monitoraggio dei pagamenti. L’automazione aiuta anche con il servizio clienti fornendo risposte rapide alle richieste e automatizzando le e-mail di follow-up.

L’automazione consente inoltre ai Community Manager di concentrarsi su compiti più strategici, come creare un senso di comunità tra i membri, organizzare eventi e sviluppare relazioni con le imprese locali. Sfruttando l’automazione, i Community Manager possono liberare tempo per concentrarsi sul lato umano del proprio lavoro e creare un ambiente che favorisca la collaborazione e l’innovazione.

Il prezzo del software comunitario

Poiché la domanda di spazi di coworking continua a crescere, aumenta anche la necessità di software per la comunità. I community manager si rivolgono sempre più a soluzioni tecnologiche per aiutarli a gestire i propri membri e creare un senso di appartenenza al loro spazio.

Il prezzo di questi strumenti può variare notevolmente a seconda delle funzionalità offerte. È importante che i community manager comprendano i diversi modelli di prezzo disponibili e come possono sfruttare al meglio la tecnologia per soddisfare le loro esigenze. Inoltre, comprendere i costi di implementazione e manutenzione sarà fondamentale per garantire che l’investimento venga ripagato nel lungo termine.

Prospettive di avanzamento

I Community Manager di WeWork hanno l’opportunità di far avanzare la propria carriera assumendo ulteriori responsabilità e sviluppando le proprie competenze. Man mano che i Community Manager acquisiscono esperienza, possono essere promossi a Senior Community Manager o Community Director. I Senior Community Manager sono responsabili della gestione di un team di Community Manager e di garantire che tutti i membri del team raggiungano i propri obiettivi. I Direttori della comunità hanno la responsabilità di supervisionare l’intero team di gestione della comunità e di garantire che tutti i membri lavorino insieme per creare un ambiente di lavoro positivo e produttivo.

Domande di un’intervista

Ecco cinque domande e risposte comuni alle interviste ai WeWork Community Manager.

1. Hai mai lavorato da remoto prima?

Lavorare da remoto è una pratica comune per molte aziende e WeWork non fa eccezione. Questa domanda aiuta l’intervistatore a determinare se hai esperienza di lavoro da casa o da un altro luogo fuori dall’ufficio. Se sì, racconta com’era la tua tipica giornata lavorativa. In caso contrario, spiega che sei disposto a provarlo.

Esempio: “Ho lavorato in remoto nella mia precedente posizione di community manager presso XYZ Company. Di solito lavoravo da casa il lunedì e il mercoledì, mentre lavoravo dall’ufficio il martedì e il giovedì. Le mie giornate erano solitamente piuttosto impegnative poiché dovevo gestire la community sia online che offline. Tuttavia, mi trovo a mio agio con il lavoro da remoto perché so come bilanciare il mio tempo in modo efficace.”

2. Hai esperienza di lavoro nelle vendite o nel servizio clienti?

Questa domanda può aiutare l’intervistatore a determinare se hai qualche esperienza che potrebbe essere utile in questo ruolo. Se sì, condividi la tua esperienza precedente e come si collega al lavoro come community manager per WeWork. Se non hai esperienza nelle vendite o nel servizio clienti, puoi parlare di altre esperienze lavorative rilevanti relative a questa posizione.

Esempio: “Ho lavorato come barista in un bar mentre frequentavo il college. Questo lavoro mi ha aiutato a imparare come interagire con i clienti e sviluppare le mie capacità comunicative. Mi ha anche insegnato a fare più cose contemporaneamente e a gestire lo stress quando c’erano lunghe file di clienti.”

3. In quale turno sei disponibile a lavorare?

Questa domanda può aiutare il datore di lavoro a determinare la tua disponibilità e se sei adatto alle sue esigenze attuali. Se ti fanno questa domanda, è probabile che abbiano un’occasione in cui potresti lavorare con altri community manager durante il giorno o la sera. Sii onesto riguardo alla tua disponibilità e considera in quale momento della giornata sei più produttivo quando valuti quale turno scegliere.

Esempio: “Sono disponibile a lavorare su qualsiasi turno, ma trovo che il mio lavoro migliore sia svolto durante le ore del mattino. Sono naturalmente mattiniero, quindi mi sento come se fossi più realizzato prima dell’ora di pranzo che più tardi nel pomeriggio. Tuttavia, se ci fosse la necessità per me di lavorare su un turno diverso, sarei disposto a farlo.”

4. Fammi un esempio di quando sei andato ben oltre per aiutare un cliente.

Questa domanda può aiutare l’intervistatore a capire come ti avvicini al tuo lavoro e cosa ti motiva. Utilizza esempi di lavori precedenti per dimostrare che sei disposto a fare di più per i clienti, anche se non fa parte della descrizione del tuo lavoro.

Esempio: “Nel mio ultimo ruolo di community manager in un complesso di appartamenti, avevo un inquilino che aveva difficoltà a pagare l’affitto perché aveva perso il lavoro. Erano molto preoccupati di essere sfrattati, così li ho chiamati e mi sono offerto di pagare l’affitto per due mesi finché non avessero trovato un altro lavoro. L’inquilino è stato molto grato e abbiamo elaborato un piano di pagamento in cui mi avrebbero ripagato nel tempo”.

5. Perché la gestione della comunità è importante?

Questa domanda aiuta l’intervistatore a comprendere la tua passione per la gestione della comunità e come la applichi al tuo lavoro. Utilizza esempi tratti dalla tua esperienza per spiegare perché la gestione della comunità è importante, cosa rende un buon community manager e come usi le tue capacità per creare una comunità efficace.

Esempio: “La gestione della community è essenziale perché consente alle aziende di connettersi con il proprio pubblico target attraverso i canali dei social media. Penso che avere una forte presenza online sia fondamentale per qualsiasi azienda che desideri ampliare la propria base di clienti. In qualità di community manager, aiuto la mia azienda a sviluppare contenuti che attirino nuovi clienti fornendo allo stesso tempo informazioni preziose ai clienti attuali. Ciò crea un’immagine positiva del marchio e incoraggia le persone a interagire con la nostra azienda”.

Ultime Notizie

Back to top button