Cosa fa un coordinatore del sostegno familiare? (Stipendio 2023)

Scopri cosa fa un coordinatore del sostegno familiare, come ottenere questo lavoro e cosa serve per avere successo come coordinatore del sostegno familiare.

I coordinatori del sostegno familiare sono responsabili del coordinamento e della supervisione dei servizi forniti alle famiglie che necessitano di assistenza per la genitorialità, l’assistenza all’infanzia o altre questioni relative alla famiglia. Lavorano a stretto contatto con assistenti sociali, terapisti, medici, insegnanti e altri professionisti per garantire che queste famiglie ricevano l’aiuto di cui hanno bisogno in modo tempestivo.

Doveri di lavoro del coordinatore del sostegno familiare

Un coordinatore del sostegno familiare in genere ha una vasta gamma di responsabilità, che possono includere:

  • Aiutare le famiglie ad affrontare questioni legali come casi di divorzio o custodia dei figli
  • Servizi di coordinamento come consulenza, terapia o altri servizi di supporto necessari ai membri della famiglia
  • Coordinare i servizi di gestione dei casi, compresa la gestione delle pratiche burocratiche e la comunicazione con altri professionisti coinvolti nel caso
  • Incontro con i clienti individualmente per discutere le loro esigenze e progressi nel tempo
  • Aiutare a individuare risorse abitative adeguate per i clienti, inclusi rifugi di emergenza o strutture abitative di transizione
  • Coordinarsi con altre agenzie comunitarie per pianificare eventi per famiglie, come feste o gruppi di sostegno per bambini con disabilità
  • Condurre visite domiciliari per valutare i bisogni di una famiglia e sviluppare un piano per la fornitura di servizi
  • Aiutare i clienti a trovare formazione professionale e opportunità di lavoro all’interno delle loro competenze
  • Agire da collegamento tra i clienti e altre agenzie comunitarie, come scuole o strutture mediche

Stipendio e prospettive del coordinatore del supporto familiare

Gli stipendi dei coordinatori del sostegno familiare variano a seconda del loro livello di istruzione ed esperienza, delle dimensioni dell’azienda per cui lavorano e dell’ubicazione del lavoro.

  • Stipendio annuale medio: $ 47.000 ($ 22,6 / ora)
  • Top 10% di stipendio annuo: $ 70.500 ($ 33,89/ora)

Si prevede che l’occupazione dei coordinatori del sostegno familiare crescerà più rapidamente della media nel prossimo decennio.

Si prevede che la domanda di assistenti sociali aumenterà man mano che sempre più famiglie cercano aiuto per problemi come l’abuso di sostanze, problemi di salute mentale e violenza domestica. Inoltre, la domanda sarà probabilmente alta per gli assistenti sociali che possono lavorare con i clienti più anziani, perché la popolazione che invecchia è più suscettibile ai problemi sociali.

Requisiti di lavoro del coordinatore del sostegno familiare

Un coordinatore del sostegno familiare in genere deve avere le seguenti qualifiche:

Formazione scolastica: I coordinatori del sostegno familiare sono in genere tenuti ad avere una laurea in assistenza sociale, servizi umani, psicologia o un campo correlato. Alcuni dei corsi che questi programmi includono sono il comportamento umano, la politica di assistenza sociale, i metodi di ricerca, la pratica del lavoro sociale, l’etica e il diritto del lavoro sociale.

Molti datori di lavoro preferiscono i candidati che hanno un master in assistenza sociale. Il conseguimento di un master richiede due anni e comprende corsi e pratica supervisionata.

Formazione ed esperienza: I coordinatori del sostegno familiare in genere ricevono una formazione sul posto di lavoro dai loro nuovi datori di lavoro. Questa formazione può includere l’affiancamento degli attuali coordinatori del sostegno familiare e lo svolgimento di compiti sotto supervisione fino a quando non si sentono abbastanza a loro agio da completare i compiti da soli.

Certificazioni e licenze: Sebbene le certificazioni in genere non siano richieste per i coordinatori del sostegno familiare, alcuni datori di lavoro potrebbero aspettarsele. Le certificazioni consentono ai professionisti di dimostrare la loro competenza e il loro impegno nel settore.

Competenze del coordinatore del supporto familiare

I coordinatori del sostegno familiare hanno bisogno delle seguenti competenze per avere successo:

Comunicazione: La comunicazione è l’atto di trasmettere informazioni attraverso la parola, la scrittura o altri metodi. I coordinatori del supporto familiare comunicano quotidianamente con i clienti, altro personale di supporto e volontari. Comunicano anche con i familiari dei clienti per rispondere alle domande, fornire aggiornamenti e offrire supporto.

Organizzazione: L’organizzazione è un’altra abilità che può essere utile per i coordinatori del sostegno familiare. Questo perché spesso hanno molte attività da completare in un breve periodo di tempo. Essere in grado di stabilire le priorità e organizzare le attività può aiutarli a completare il proprio lavoro in modo efficiente.

Gestione del tempo: La gestione del tempo è la capacità di pianificare ed eseguire attività entro un determinato periodo di tempo. I coordinatori del sostegno familiare spesso hanno molte responsabilità, inclusa la gestione degli orari di altri membri del personale, la partecipazione alle riunioni e la compilazione dei rapporti. Avere forti capacità di gestione del tempo può aiutarti a completare le tue attività in tempo e liberare il tuo tempo per completare altre attività.

Risoluzione dei problemi: La risoluzione dei problemi è la capacità di identificare un problema, analizzarne le cause e sviluppare una soluzione. I coordinatori del sostegno familiare spesso usano le capacità di problem solving per aiutare i clienti a superare le sfide. Ad esempio, se un cliente ha difficoltà a pagare le bollette, un coordinatore dell’assistenza potrebbe aiutarlo a trovare un nuovo fornitore di energia o richiedere un programma di assistenza governativa.

Empatia: L’empatia è la capacità di comprendere e condividere i sentimenti degli altri. I coordinatori del sostegno familiare usano spesso l’empatia per aiutare i clienti e le loro famiglie a comprendere le sfide che devono affrontare e le risorse a loro disposizione. L’empatia può anche aiutare i coordinatori del sostegno familiare a comprendere le esigenze dei loro clienti e aiutarli a trovare le risorse giuste.

Ambiente di lavoro del coordinatore del supporto familiare

I coordinatori del sostegno familiare lavorano in una varietà di contesti, tra cui agenzie di servizi sociali, centri di risorse familiari, scuole, ospedali e studi privati. In genere lavorano a tempo pieno, anche se alcuni possono lavorare a tempo parziale o avere orari flessibili. Ad alcuni coordinatori del sostegno familiare potrebbe essere richiesto di lavorare la sera o nei fine settimana per soddisfare gli orari delle famiglie con cui lavorano. Il lavoro può essere emotivamente impegnativo e i coordinatori devono essere in grado di affrontare lo stress del lavoro mantenendo un atteggiamento positivo.

Tendenze del coordinatore del supporto familiare

Ecco tre tendenze che influenzano il modo in cui lavorano i coordinatori del sostegno familiare. I coordinatori del sostegno familiare dovranno rimanere aggiornati su questi sviluppi per mantenere le loro competenze pertinenti e mantenere un vantaggio competitivo sul posto di lavoro.

Maggiore attenzione alla famiglia come unità

La professione di coordinatore del sostegno familiare si sta evolvendo per concentrarsi maggiormente sulla famiglia come unità. Ciò significa che i coordinatori del sostegno familiare dovranno essere in grado di fornire servizi che aiutino le famiglie a stare insieme ea funzionare come un’unità.

Questa tendenza è particolarmente importante alla luce dei recenti cambiamenti nel sistema dei servizi sociali, che hanno portato a una maggiore enfasi sul tenere insieme le famiglie. I coordinatori del sostegno familiare possono utilizzare questa tendenza sviluppando competenze che consentano loro di lavorare con le famiglie come unità e fornire loro il supporto di cui hanno bisogno per stare insieme.

Maggiore enfasi sulle misure preventive

Man mano che il ruolo del coordinatore del sostegno familiare diventa più complesso, vi è una crescente domanda di professionisti in grado di fornire misure preventive per le famiglie bisognose.

I coordinatori del sostegno familiare possono sfruttare questa tendenza diventando esperti nei metodi di diagnosi precoce e prevenzione. Possono anche sviluppare relazioni con i membri della comunità e le organizzazioni locali al fine di servire meglio i bisogni delle famiglie nella loro zona.

Maggiore collaborazione tra professionisti

La professione di coordinatore del sostegno familiare sta diventando sempre più collaborativa, poiché professionisti di diversi settori si uniscono per lavorare su obiettivi comuni.

Questa tendenza è guidata dal fatto che le famiglie stanno diventando più complesse e richiedono quindi cure più specializzate. Di conseguenza, i coordinatori del sostegno familiare dovranno essere in grado di lavorare con una varietà di professionisti al fine di fornire la migliore assistenza possibile alle famiglie.

Come diventare un coordinatore del sostegno familiare

Una carriera di coordinatore del sostegno familiare può essere un ottimo modo per aiutare le famiglie bisognose. In qualità di coordinatore del sostegno familiare, lavorerai con gli assistenti sociali e altri professionisti per fornire servizi alle famiglie in difficoltà. Potresti anche avere l’opportunità di sviluppare programmi che aiutino le famiglie a stare insieme.

Per diventare un coordinatore del sostegno familiare, devi avere una laurea in assistenza sociale o in un campo correlato. Dovrai anche essere certificato nel tuo stato come specialista del supporto familiare.

Prospettive di avanzamento

La maggior parte dei coordinatori del sostegno familiare lavora per agenzie governative statali o locali o per organizzazioni senza scopo di lucro. Alcuni possono avanzare a posizioni di supervisione, lavorando con un team di coordinatori. Altri possono spostarsi in campi correlati come il lavoro sociale, la consulenza o il diritto di famiglia. Alcuni coordinatori del sostegno familiare possono eventualmente avviare le proprie attività di consulenza o essere coinvolti nella definizione delle politiche a livello statale o federale.

Esempio di descrizione del lavoro del coordinatore del sostegno familiare

A [CompanyX], comprendiamo che le famiglie sono di ogni forma e dimensione e che hanno tutte bisogno di sostegno. Stiamo cercando un coordinatore del supporto familiare che si unisca al nostro team e ci aiuti a fornire tale supporto. Il candidato ideale avrà esperienza di lavoro con le famiglie in servizi sociali o capacità di sensibilizzazione della comunità. Saranno responsabili del coordinamento dei servizi e delle risorse per le famiglie bisognose, oltre a fornire supporto e orientamento alle famiglie che affrontano situazioni difficili. Il coordinatore del supporto familiare sarà un individuo compassionevole e paziente che si dedica ad aiutare gli altri.

doveri e responsabilità

  • Servire come punto di contatto principale e case manager per un carico di lavoro definito di famiglie
  • Condurre visite domiciliari per valutare i bisogni e i punti di forza della famiglia, sviluppare piani di servizio e fornire servizi diretti
  • Collegare le famiglie alle risorse disponibili e coordinarsi con altre agenzie per garantire la continuità delle cure
  • Fornire interventi di crisi e sostegno alle famiglie in difficoltà
  • Aiuta le famiglie ad accedere a cibo, vestiti, alloggio e altri bisogni primari
  • Assistere le famiglie nella navigazione nel sistema di assistenza all’infanzia, inclusa la presentazione di rapporti, la partecipazione alle riunioni e il patrocinio per conto della famiglia
  • Modellare tecniche genitoriali positive e fornire coaching e supporto ai genitori
  • Lavorare con le famiglie per sviluppare obiettivi e identificare i passaggi per raggiungerli
  • Tenere registri dettagliati di tutti i contatti con le famiglie e documentare i progressi verso gli obiettivi
  • Partecipare a corsi di formazione e riunioni come richiesto
  • Partecipare alle attività di garanzia della qualità per contribuire a migliorare l’efficacia del programma
  • Svolgere altri compiti come assegnato

Competenze e qualifiche richieste

  • Laurea in servizi sociali, psicologia o campo correlato
  • 2+ anni di esperienza professionale di lavoro con le famiglie in ambito di consulenza, gestione dei casi o capacità simili
  • Ottime capacità comunicative, interpersonali e di problem solving
  • Capacità di lavorare in modo indipendente e come parte di una squadra
  • Orario flessibile e disponibilità a lavorare la sera e nei fine settimana secondo necessità
  • Patente di guida valida e accesso a mezzi di trasporto affidabili

Competenze e qualifiche preferite

  • Master in assistenza sociale, psicologia o campo correlato
  • 4+ anni di esperienza professionale nel lavoro con le famiglie in ambito di consulenza, gestione dei casi o capacità simili
  • Bilingue (spagnolo/inglese)
  • Esperienza con la mediazione familiare o la risoluzione dei conflitti

Ultime Notizie

Back to top button