Cosa fa un manager KPMG? (Stipendio 2023)

Scopri cosa fa un manager KPMG, come ottenere questo lavoro e cosa serve per avere successo come manager KPMG.

KPMG è una rete globale di società di servizi professionali che forniscono servizi di revisione contabile, fiscale e di consulenza. KPMG è una delle quattro grandi società di contabilità ed è nota per il suo impegno nei confronti della qualità e dell’integrità.

Un manager KPMG è responsabile della guida e della gestione di team di professionisti nella fornitura di servizi ai clienti. Sono responsabili dello sviluppo e dell’esecuzione di strategie per garantire il completamento con successo dei progetti, oltre a fornire guida e supporto ai membri del team. I manager devono inoltre essere in grado di comunicare in modo efficace con i clienti e le altre parti interessate e garantire che tutto il lavoro sia completato in conformità con gli standard e le procedure di KPMG.

Mansioni lavorative del responsabile KPMG

Un manager KPMG ha in genere una vasta gamma di responsabilità, che possono includere:

  • Guidare e gestire gli impegni con i clienti, assicurando che il team fornisca servizi di qualità in modo tempestivo
  • Sviluppare solide relazioni con i clienti per garantire la loro soddisfazione e lealtà
  • Fornire guida tecnica e supporto ai membri del personale su complesse questioni contabili e di revisione
  • Preparare rendiconti finanziari e relazioni per i clienti, inclusa l’analisi dei risultati
  • Monitora i progressi rispetto alle ore e ai costi preventivati ​​e intraprendi azioni correttive secondo necessità
  • Identificare opportunità di miglioramento nei processi e nelle procedure
  • Partecipare ad attività di sviluppo aziendale, come la stesura di proposte e presentazioni
  • Gestisci più progetti contemporaneamente rispettando le scadenze
  • Garantire il rispetto degli standard professionali e delle leggi e regolamenti applicabili
  • Mantenere una conoscenza aggiornata delle tendenze e degli sviluppi del settore
  • Formare e guidare i membri del personale junior
  • Partecipare attivamente alle iniziative e ai comitati aziendali

Stipendio del manager KPMG

Lo stipendio di un manager presso KPMG è determinato da una varietà di fattori, tra cui l’esperienza, le qualifiche e le responsabilità specifiche della posizione dell’individuo. L’azienda tiene inoltre conto dell’attuale tasso di mercato per posizioni simili, dell’ubicazione del lavoro e delle prestazioni individuali. Inoltre, l’azienda può considerare il potenziale di crescita e di avanzamento di carriera del singolo.

  • Stipendio annuale medio: $ 180.708 ($ 86,88/ora)
  • Stipendio annuo del 10% più ricco: $ 240.750 ($ 115,75/ora)

Requisiti di lavoro del responsabile KPMG

KPMG è alla ricerca di un Manager da inserire nel proprio team. Per essere presi in considerazione per questo ruolo, i candidati devono avere una laurea in Contabilità, Finanza o un campo correlato. Inoltre, i candidati devono avere almeno cinque anni di esperienza in un ruolo manageriale, preferibilmente nel settore contabile o finanziario. È preferibile, ma non obbligatoria, una certificazione CPA. I candidati devono inoltre possedere spiccate capacità comunicative e organizzative, nonché la capacità di lavorare in modo indipendente e come parte di una squadra. Infine, i candidati devono essere in grado di dimostrare un impegno per lo sviluppo professionale e la volontà di rimanere aggiornati sulle tendenze e sulle normative del settore.

Competenze del manager KPMG

I dipendenti di KPMG Manager hanno bisogno delle seguenti competenze per avere successo:

Abilità comunicative: Le capacità comunicative sono essenziali per i manager, poiché spesso rappresentano il principale punto di contatto per dipendenti e clienti. Capacità di comunicazione efficaci possono aiutarti a trasmettere informazioni in modo chiaro, rispondere a domande e risolvere problemi. In qualità di manager, potresti anche aver bisogno di comunicare con altri dipartimenti o team, quindi è importante essere in grado di trasmettere le informazioni in modo che gli altri possano comprenderle.

Il processo decisionale: In qualità di manager, devi prendere decisioni a vantaggio del tuo team e dell’organizzazione. Puoi utilizzare le tue capacità decisionali per fare scelte informate su progetti, clienti e membri del team. Puoi anche utilizzare le capacità decisionali per apportare modifiche ai processi e alle procedure del tuo team.

Comando: Le capacità di leadership possono aiutarti a motivare il tuo team e incoraggiarli a lavorare insieme per raggiungere gli obiettivi. In qualità di manager, potresti essere responsabile dell’assegnazione di compiti, della delega di responsabilità e della guida del tuo team. Le capacità di leadership possono aiutarti a motivare il tuo team e incoraggiarlo a lavorare sodo.

Competenza gestionale: I manager sono responsabili della supervisione e della direzione del lavoro del proprio team. Sono spesso responsabili dell’assegnazione di compiti, della delega di responsabilità e della fornitura di indicazioni e feedback. I manager efficaci sono in grado di gestire il tempo e le risorse del proprio team in modo efficace, garantendo che il proprio team sia in grado di completare il lavoro in tempo e nel rispetto del budget.

Risoluzione del conflitto: La risoluzione dei conflitti è la capacità di identificare e comprendere la fonte del conflitto, quindi proporre soluzioni per risolverlo. In qualità di manager, potresti essere responsabile della risoluzione dei conflitti tra dipendenti, clienti e altre parti interessate. Le capacità di risoluzione dei conflitti possono aiutarti a superare situazioni difficili e a trovare soluzioni che soddisfino tutte le parti.

Ambiente di lavoro responsabile KPMG

I manager in genere lavorano in ufficio, ma possono anche recarsi in altri luoghi per incontrare clienti o altri manager. Di solito lavorano una settimana standard di 40 ore, ma potrebbe essere loro richiesto di lavorare ore aggiuntive per rispettare le scadenze o per partecipare alle riunioni. I manager devono essere in grado di gestire lo stress e la pressione, poiché spesso sono responsabili di prendere decisioni che possono avere un impatto significativo sull’organizzazione. Devono anche essere in grado di lavorare bene con gli altri, poiché spesso sono responsabili della guida e della motivazione di un team di dipendenti. I manager devono anche essere in grado di pensare in modo critico e prendere decisioni rapidamente, poiché spesso sono tenuti a prendere decisioni in modo tempestivo.

Tendenze del manager KPMG

Ecco tre tendenze che influenzano il modo in cui lavorano i dipendenti di KPMG Manager.

Epidemia di burnout dei dipendenti

L’epidemia di burnout dei dipendenti è una preoccupazione crescente per i manager. Il burnout può portare a una diminuzione della produttività, a un aumento dell’assenteismo e a tassi di turnover più elevati. È importante che i manager riconoscano i segnali di burnout nei propri dipendenti e adottino misure per affrontarli.

I manager dovrebbero creare un ambiente che incoraggi l’equilibrio tra lavoro e vita privata e fornisca supporto ai dipendenti che si sentono sopraffatti. Dovrebbero inoltre essere consapevoli di eventuali fonti di stress sul posto di lavoro e adottare misure per ridurle. Inoltre, i manager dovrebbero fornire feedback e riconoscimenti regolari per garantire che i dipendenti si sentano valorizzati e apprezzati.

Percorsi e sviluppo di carriera

Il percorso e lo sviluppo della carriera sono una tendenza emergente sul posto di lavoro che consente ai manager di fornire ai dipendenti una chiara tabella di marcia per la loro crescita professionale. Ciò include fornire ai dipendenti risorse, come programmi di formazione, opportunità di tutoraggio e altri strumenti per aiutarli a raggiungere i propri obiettivi.

Comprendendo le esigenze di ciascun dipendente, i manager possono creare piani personalizzati che li aiuteranno a svilupparsi professionalmente. Il percorso e lo sviluppo della carriera aiutano inoltre i manager a identificare potenziali aree di miglioramento all’interno della propria organizzazione e forniscono ai dipendenti un senso di scopo e direzione.

Diversità, equità e inclusione

Diversità, equità e inclusione (DEI) è una tendenza emergente sul posto di lavoro che i manager devono comprendere per garantire un futuro lavorativo di successo. Il DEI si concentra sulla creazione di un ambiente in cui tutti si sentano inclusi e rispettati indipendentemente dalla razza, dal genere, dall’orientamento sessuale o da altre caratteristiche.

I manager dovrebbero sforzarsi di creare una cultura dell’inclusione reclutando attivamente candidati diversi, fornendo formazione sui pregiudizi inconsci e implementando politiche che promuovano l’equità. Inoltre, i manager dovrebbero essere consapevoli di eventuali disparità nella retribuzione, nelle promozioni e nelle opportunità di avanzamento. Comprendendo e abbracciando le iniziative del DEI, i manager possono promuovere un ambiente di lavoro più equo e produttivo.

Prospettive di avanzamento

I manager possono avanzare nella propria carriera assumendo responsabilità aggiuntive, come guidare un team o gestire un budget più ampio. Possono anche intraprendere progetti più impegnativi, come lo sviluppo di nuovi prodotti o servizi. I manager possono anche essere in grado di raggiungere posizioni di livello superiore, come direttore o vicepresidente. Inoltre, i manager possono essere in grado di spostarsi in diversi settori, come la consulenza o la finanza. Infine, i manager potrebbero essere in grado di ricoprire ruoli esecutivi, come CEO o CFO.

Domande di un’intervista

Ecco cinque domande e risposte comuni all’intervista al KPMG Manager.

1. Spiegaci perché vuoi lavorare in General Motors.

Questa domanda è un ottimo modo per vedere quanto conosci l’azienda e quali sono le tue intenzioni. È importante dimostrare di aver svolto ricerche sull’azienda, sui suoi valori e obiettivi e sul motivo per cui vuoi lavorare lì.

Esempio: “Sono sempre stato interessato a lavorare per General Motors per il loro impegno verso l’innovazione e la qualità. Ammiro il fatto che siano costantemente alla ricerca di nuovi modi per migliorare i loro prodotti e servizi. Penso anche che sarebbe entusiasmante lavorare con un team così ampio di professionisti che condividono tutti lo stesso obiettivo di fornire un eccellente servizio clienti”.

2. Quale diresti che sia la tua più grande forza e debolezza?

Questa domanda è comune nelle interviste ed è importante essere onesti. I datori di lavoro vogliono sapere quali sono i tuoi maggiori punti di forza in modo da poterli utilizzare quando sei al lavoro. Vogliono anche conoscere eventuali punti deboli su cui stai lavorando attivamente per migliorare.

Esempio: “La mia più grande forza è la capacità di lavorare bene con gli altri. Sono sempre alla ricerca di modi per aiutare i membri del mio team ad avere successo e credo che ognuno abbia qualcosa di unico da offrire. Il mio punto debole è che a volte mi coinvolgo troppo nei progetti e dimentico di prendermi cura di me stesso. Ho cercato di assicurarmi di lasciare abbastanza tempo alla fine di ogni giornata per rilassarmi.

3. Fornisci un esempio di un progetto di sviluppo software su cui hai lavorato.

Questa domanda può aiutare l’intervistatore a determinare la tua esperienza con progetti di sviluppo software. Utilizza esempi dal tuo curriculum per evidenziare le tue capacità e abilità in quest’area.

Esempio: “Nel mio ruolo attuale, ho lavorato su diversi progetti di sviluppo software che hanno aiutato la nostra azienda a creare nuovi prodotti per i clienti. Un progetto prevedeva la creazione di un’app mobile per un cliente che desiderava espandere la propria attività in diversi mercati. Abbiamo creato un’app che consentisse agli utenti di ordinare cibo online e monitorarne la consegna. L’app ha avuto un tale successo che ha portato il cliente ad aprire più sedi.”

4. Qual è la tua esperienza nella progettazione e nel collaudo di componenti meccanici?

Questa domanda è un modo per l’intervistatore di valutare le tue capacità di ingegneria meccanica. È importante evidenziare qualsiasi esperienza tu abbia con questo tipo di lavoro, anche se solo a scuola o come stagista.

Esempio: “Ho avuto una certa esperienza lavorando su componenti meccanici durante il mio tirocinio presso la Smith & Associates Engineering Firm. Ho lavorato su diversi progetti che richiedevano di testare e riprogettare parti meccaniche. In un caso, ho contribuito a progettare un nuovo motore per un’azienda automobilistica. Il cliente voleva assicurarsi che il motore potesse resistere alle alte temperature senza surriscaldarsi. Io e il mio team abbiamo testato diversi materiali e design finché non abbiamo trovato la giusta combinazione.”

5. Qual è la tua esperienza con la progettazione e il rilascio di software?

Questa domanda può aiutare l’intervistatore a determinare la tua esperienza con un’abilità specifica importante per questo ruolo. Utilizza esempi del tuo passato per mostrare come hai utilizzato le capacità di progettazione e sviluppo di software nei ruoli precedenti.

Esempio: “Nella mia ultima posizione ero responsabile della gestione del team di sviluppatori che lavorava sui progetti software del nostro cliente. Avevamo molte scadenze da rispettare, quindi mi sono assicurato che fossimo sempre preparati creando piani di progetto dettagliati prima di iniziare qualsiasi lavoro. Questo ci ha aiutato a rimanere organizzati e a completare tutte le nostre attività entro la scadenza. Mi ha anche permesso di delegare le responsabilità tra i membri del mio team in modo che tutti potessero apprendere nuove competenze.”

Ultime Notizie

Back to top button