Esteri

Covid: l’Italia riapre le scuole senza mascherine

L’Italia non richiederà più le mascherine nelle scuole con l’inizio del nuovo anno accademico.

Il ministro della Salute italiano Roberto Speranza ha confermato che gli studenti non saranno obbligati a indossare mascherine in classe quando le scuole riapriranno a settembre.

Il ministro, parlando a Radio Rtl 102.5 nel fine settimana, ha affermato che le mascherine “certamente non saranno richieste all’inizio dell’anno accademico ma ha avvertito che le autorità sanitarie valuteranno passo dopo passo la situazione epidemiologica”.

“Siamo gradualmente passati da una dinamica di obbligo a una dinamica di raccomandazione”, ha detto Speranza, mentre l’Italia allenta le sue regole covid nelle scuole.

Le osservazioni del ministro della Salute sono arrivate pochi giorni dopo che il ministero dell’Istruzione ha emanato ai presidi le nuove linee guida che entreranno in vigore dal 1 settembre, giorno successivo alla scadenza delle restrizioni per l’emergenza covid-19 in Italia per le scuole.

La circolare del ministero dell’Istruzione chiarisce che saranno comunque richieste le mascherine FFP2 per “il personale scolastico e gli alunni che rischiano di sviluppare forme gravi di covid-19”.

Ci sarà anche la fine della didattica a distanza o della didattica a distanza – conosciuta in Italia come ‘didattica a distanza’ (DAD) – nel caso in cui uno studente della classe risulti positivo al covid.

Inoltre, gli insegnanti non vaccinati possono finalmente tornare a insegnare in classe. In base al controverso mandato sui vaccini dello scorso dicembre, gli insegnanti che si erano rifiutati di vaccinarsi contro il covid sono stati sospesi senza stipendio. Il 1° aprile è stato loro permesso di tornare a scuola ma non è stato loro permesso di insegnare.

La maggior parte delle scuole in Italia, inclusa Roma, riaprirà il 15 settembre, tuttavia le date di apertura variano da regione a regione.

Per informazioni ufficiali sulla situazione covid-19 in Italia consultare il sito del ministero della Salute. Credito fotografico: Massimo Todaro / Shutterstock.com.

Ultime Notizie

Back to top button