Daniel Harding nominato nuovo direttore musicale al Santa Cecilia di Roma

Harding per succedere a Sir Antonio Pappano a Roma.

Il direttore d’orchestra britannico Daniel Harding è stato nominato prossimo direttore musicale della prestigiosa Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, una delle istituzioni musicali più antiche del mondo.

Harding, 47 anni, prenderà il posto di Sir Antonio Pappano che ricopre il ruolo dal 2005 e diventerà direttore principale della London Symphony Orchestra il prossimo anno.

Harding, che oltre alla sua illustre carriera musicale è un pilota di linea con Air France, assumerà il suo nuovo ruolo a Roma nell’ottobre 2024.

Inizierà il suo mandato quinquennale con le esibizioni della Tosca di Puccini, in occasione del centenario della morte di Puccini, e del Requiem di Verdi, che si terranno in una delle principali basiliche di Roma, secondo una dichiarazione di Santa Cecilia.

Nato a Oxford nel 1975, Harding è il direttore musicale e artistico della Swedish Radio Symphony Orchestra, posizione che lascerà nel 2025 dopo 19 stagioni.

Direttore musicale dell’Orchestre de Paris dal 2016 al 2019 e direttore ospite principale della London Symphony Orchestra dal 2007 al 2017, Harding gode di uno stretto rapporto come direttore ospite regolare delle più importanti orchestre del mondo.

Daniel Harding in conferenza stampa a Roma il 6 marzo. Foto Accademia di Santa Cecilia.

Harding collabora da 25 anni con Santa Cecilia che descrive come “un’orchestra e un coro di straordinario calore e generosità, che amano raccontare storie e trasmettere il loro entusiasmo per la musica che suonano”.

“È un bellissimo regalo avere la possibilità di diventare direttore musicale di un’orchestra di livello mondiale di tale ambizione in una città di incomparabile importanza storica e culturale”.

Il presidente-sovrintendente del Santa Cecilia Michele dall’Ongaro ha detto che è “con sincero entusiasmo e il più grande orgoglio” che l’Accademia accoglie Harding, che ha salutato come “uno dei più grandi talenti in circolazione”.

In un’intervista rilasciata martedì al quotidiano Corriere della Sera, Harding afferma di voler continuare a lavorare come pilota, proponendolo come lavoro “per ogni conduttore, perché sei un membro di una squadra, qualcuno che deve far funzionare le cose”.

Attualmente residente a Parigi, Harding ha detto che Roma “può sopraffarti con energia e bellezza”, aggiungendo: “Voglio conoscere la città e la sua storia”.

Cover photo Musacchio, Ianniello & Pasqualini – Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Ultime Notizie

Back to top button