Discussioni piuttosto buone sull’accordo ITA-Lufthansa – Vestager – Business

L’accordo proposto che prevede l’acquisto da parte di Lufthansa di una quota del 41% dell’italiana ITA Airways a fronte di un investimento di 325 milioni di euro nel periodo 2023-2024 è un caso complicato ma non diverso da altre fusioni del passato, ha affermato la vicepresidente della Commissione europea Margrethe Vestager detto lunedì.


“Siamo qui per garantire che ci sia ancora concorrenza nel mercato in cui le aziende si fondono”, ha affermato Vestager, che ha la responsabilità specifica della concorrenza.


“Spetta alle aziende trovare il giusto equilibrio tra i problemi da risolvere e ciò che giustifica l’operazione, spetta alle aziende deciderlo”, ha aggiunto rispondendo a una domanda sulle voci secondo cui le condizioni sarebbero così stringenti che la compagnia aerea tedesca potrebbe essere costretta ad abbandonare l’accordo.


“Per come la vedo io, abbiamo discussioni aperte piuttosto buone con le società in questione”, ha continuato Vestager.


“È una fusione complicata, ma è una fusione come altri casi che abbiamo visto”, ha concluso.


A gennaio la Commissione Europea ha avviato un’indagine approfondita sulla proposta di accordo tra Lufthansa e ITA Airways, portando alla fase due l’esame antitrust dell’operazione iniziato a fine novembre dopo che il Ministero del Tesoro italiano, attualmente unico proprietario della compagnia che ha sostituito l’ex compagnia di bandiera Alitalia in perdita nel 2021, e la compagnia tedesca ha formalmente notificato i piani a Bruxelles.


Alla luce dei dati raccolti durante le indagini preliminari, la Commissione europea ha affermato che “l’operazione potrebbe ridurre la concorrenza” su “diverse rotte a corto e lungo raggio”.


In particolare, ritiene che l’accordo tra ITA Airways e Lufthansa, siglato a Roma lo scorso maggio, “potrebbe creare o rafforzare la posizione dominante” della nuova compagnia “sull’aeroporto di Milano-Linate” e rendere così “più difficile per i concorrenti fornire servizi di trasporto aereo passeggeri da e per” l’hub di Milano.


L’esecutivo dell’UE ha tempo fino al 6 giugno 2024 per prendere una decisione definitiva.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button