Diverse città ucraine colpite da una nuova ondata di attacchi missilistici russi

Condannando gli attacchi diurni, la coordinatrice degli aiuti umanitari delle Nazioni Unite in Ucraina, Denise Brown, ha affermato che sono state prese di mira diverse città, tra cui la capitale Kiev, Kryvyi Rih e Pokrovsk.

Gli attacchi sono avvenuti proprio “mentre la gente stava iniziando la giornata. Decine di persone sono state uccise e ferite”, ha detto la signora Brown, che ha segnalato gravi danni all'ospedale pediatrico nel centro di Kiev.

Attacco “inaccettabile” ai bambini

È inaccettabile che i bambini vengano uccisi e feriti in questa guerra. In base al diritto umanitario internazionale, gli ospedali hanno una protezione speciale. I civili devono essere protetti”, ha insistito.

L'ultimo sanguinoso sviluppo segue un avviso da parte degli osservatori dell'ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite secondo cui May ha visto il il numero più alto di vittime civili causate dagli attacchi russi in quasi un anno.

Secondo il rapporto della Missione di monitoraggio dei diritti umani delle Nazioni Unite in Ucraina (HRMMU), tra il 1° marzo e il 31 maggio sono stati uccisi almeno 436 civili e altri 1.760 sono rimasti feriti. Tra le vittime figurano sei operatori dei media, 26 operatori sanitari, cinque operatori umanitari e 28 operatori dei servizi di emergenza.

Il rapporto delle Nazioni Unite ha aggiunto che la maggior parte (91%) delle vittime si è verificata nel territorio controllato dall'Ucraina e il 9% in quello occupato dalla Russia.

Nello stesso periodo di riferimento, le autorità russe hanno segnalato che 91 civili sono stati uccisi e 455 feriti in Russia a causa di attacchi lanciati dalle forze armate ucraine, principalmente nelle regioni di Belgorod, Briansk e Kursk.

Più di 20 morti

Secondo quanto riferito, negli attacchi di lunedì sono morte almeno 20 persone, mentre il presidente Volodymyr Zelenskiy ha affermato che sono stati lanciati più di 40 missili.

Oltre all'ospedale pediatrico Ohmatdyt di Kiev, sono state danneggiate anche altre infrastrutture pubbliche, nonché edifici commerciali e residenziali in città tra cui Dnipro, Kramatorsk, Kryviy Rih, Kyi e Pokrovsk.

Ultime Notizie

Back to top button