Cultura

Ecco come spenderemo il nostro budget per i newyorkesi

Ogni anno, il sindaco presenta un bilancio alla popolazione di New York City. Questo budget è molto più di quanto stiamo spendendo e per cosa lo stiamo spendendo. È una dichiarazione di valori e una dichiarazione di intenti: creare una città più sicura, più prospera ed equa per tutti.

Questa è la città che il nostro bilancio preliminare responsabile e mirato per l’anno fiscale 2024 continua a rendere possibile.

Sin dal primo giorno, la disciplina fiscale è stata il segno distintivo di questa amministrazione. Il nostro obiettivo è governare in modo efficiente e ottenere risultati. Nell’ultimo anno abbiamo reso la nostra città più sicura e continuato la nostra ripresa economica. Abbiamo finanziato e continueremo a sostenere programmi a beneficio dei newyorkesi di tutti i giorni, tra cui sicurezza pubblica, alloggi a prezzi accessibili e strade pulite.

Può essere allettante aggiungere un mucchio di nuove spese, e certamente ci sono molti che ci chiederanno di spendere oltre le nostre possibilità. Ma non possiamo mettere a rischio il futuro della nostra città estendendoci troppo oggi. Forzerà solo tagli più profondi e un dolore maggiore lungo la linea.

Con le minori entrate fiscali, l’aumento dei costi sanitari e la continua crisi dei richiedenti asilo che vengono portati in autobus a New York City, dobbiamo procedere con cautela e chiarezza. E grazie a una solida gestione fiscale, siamo riusciti a risparmiare 3 miliardi di dollari in questo anno fiscale e nel successivo. E ci siamo riusciti senza licenziare un singolo dipendente o ridurre i servizi, soprattutto quando si tratta della polizia di New York e della pubblica sicurezza.

Gli agenti di polizia riuniti sulla Fifth Avenue ascoltano i servizi funebri per l’ufficiale di polizia di New York ucciso Jason Rivera fuori dalla Cattedrale di San Patrizio a New York, New York, USA, 28 gennaio 2022 – EPA/JUSTIN LANE

Sono orgoglioso che, nonostante le numerose sfide che ho citato, il nostro budget protegga i finanziamenti per i programmi di trasformazione che abbiamo lanciato nell’ultimo anno, incluso l’Earned Income Tax Credit, che avvantaggia direttamente le famiglie che lavorano, il più grande programma di lavoro estivo nella storia della città e programmi di prevenzione della violenza per le comunità più colpite dall’epidemia di violenza armata. E non stiamo più aspettando di investire negli alloggi di cui la nostra città ha bisogno, a partire da Willets Point, dove trasformeremo il quartiere con migliaia di unità abitative a prezzi accessibili e uno stadio di calcio di livello mondiale.

Inoltre, abbiamo continuato a investire nei nostri studenti e nelle nostre scuole. Ciò include più risorse per gli studenti con disabilità, screening per l’alfabetizzazione e la dislessia, arricchimento estivo, cibo sano, percorsi di carriera e programmi per talenti e talenti.

Anche con il denaro dello stimolo federale che si sta esaurendo, abbiamo mantenuto il finanziamento per studente a un livello più alto rispetto a prima della pandemia, aggiungendo altri $ 80 milioni a quel pool di finanziamenti per l’anno fiscale 2024. Ciò mantiene il totale a $ 160 milioni per un altro anno accademico. Siamo stati anche in grado di aumentare il finanziamento in conto capitale che la nostra città utilizza per costruire e mantenere le infrastrutture su cui tutti facciamo affidamento, compresi alloggi a prezzi accessibili, strutture sanitarie, parchi e altri spazi pubblici.

E come ogni newyorkese sa, è importante essere preparati al cambiamento. Che si tratti di nuovi contratti di lavoro, costi per i richiedenti asilo o il prossimo evento imprevisto, le bollette arriveranno.

Ecco perché questo Preliminary Budget mantiene le riserve a un record di 8,3 miliardi di dollari, un importo che ci consentirà di rispondere efficacemente a qualsiasi evento imprevisto. Il nostro budget disciplinato ed efficiente ci mantiene al sicuro e ci consente di continuare a fornire i servizi essenziali su cui fanno affidamento i newyorkesi.

Questo è solo l’inizio di un processo e non vediamo l’ora di lavorare con le nostre comunità e i nostri colleghi del Consiglio sul bilancio finale. Ci può essere chi dice che dovremmo fare le cose in modo diverso, che dovremmo estenderci di più, risparmiare meno e spendere di più. Ma come sindaco, la responsabilità civile spetta a me. È mia responsabilità mantenere la nostra città forte e resiliente, preparata a tutto ciò che ci aspetta.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button