Emmanuel Macron afferma che “la Brexit ha impoverito il Regno Unito e non ha fatto nulla per risolvere l’immigrazione” e avverte che “tutti i nazionalisti europei sono sostenitori nascosti della Brexit” in vista delle elezioni del Parlamento europeo

Emmanuel Macron ha affermato che la Brexit ha “impoverito il Regno Unito” e “non ha fatto nulla per risolvere l’immigrazione” mentre ha invitato gli europei a tenere lontani i nazionalisti in vista delle elezioni cruciali del mese prossimo.

Il presidente francese ha anche avvertito che tutti i nazionalisti europei sono “brexiteer nascosti” che vogliono vedere il crollo dell’Europa ma continuano a trarne i benefici.

«Dico agli europei: svegliatevi. Svegliati! Sono Brexiteer nascosti. Tutti i nazionalisti europei sono sostenitori nascosti della Brexit. Sono tutte le stesse bugie”, ha detto in un’intervista a The Economist.

Macron ha fatto l’esempio del partito di estrema destra Raggruppamento Nazionale (RN) di Marine Le Pen, che ora è in testa nei sondaggi d’opinione per la competizione europea, davanti alla sua stessa alleanza centrista.

Ha detto che mentre la RN, il cui presidente è il 28enne Jordan Bardella, prima “voleva ritirarsi dall’Europa, dall’euro, da tutto”, ora “non dice più nulla”.

Emmanuel Macron ha affermato che la Brexit ha “impoverito il Regno Unito” e “non ha fatto nulla per risolvere l’immigrazione”, invitando gli europei a tenere lontani i nazionalisti dal mercato.

Il membro del Parlamento francese del partito di estrema destra Rassemblement National (RN), Marine Le Pen (a sinistra), e il presidente del partito Jordan Bardella

Il membro del Parlamento francese del partito di estrema destra Rassemblement National (RN), Marine Le Pen (a sinistra), e il presidente del partito Jordan Bardella

I partiti nazionalisti stanno guadagnando terreno nei sondaggi in tutta Europa, tra cui il Vlaams Belang (Interesse Fiammingo) in Belgio e il Partito della Libertà (FPO) di estrema destra in Austria.

L’FPO, il cui slogan include “fermare la follia dell’UE”, sta attualmente registrando un vantaggio del 30% rispetto agli austriaci che si recheranno alle urne il 9 giugno.

Ieri, l’ex candidato presidenziale Le Pen ha esortato gli elettori a infliggere “la sanzione elettorale più schiacciante” possibile al partito Rinascimento di Macron alle urne del prossimo mese.

Nei commenti pubblicati oggi, Macron ha risposto al suo acerrimo rivale, dicendo: “Non commettere errori. Se si affidano le chiavi a persone che la pensano come loro, non c’è motivo per cui l’Europa debba diventare una grande potenza.

«In un certo senso è come se dicessimo che non c’è problema se affidiamo la banca ai rapinatori. Quando sono attorno al tavolo, prendono in ostaggio l’Europa.’

“Raccoglie i benefici dell’Europa, mentre vuole distruggerla senza dire nulla”, ha detto. “E questo è vero in ogni paese.”

Ha osservato che il primo ministro italiano Giorgia Meloni, il cui partito Fratelli d’Italia ha radici neofasciste, ha avuto “un approccio europeo” e ha “sostenuto il patto di asilo e immigrazione”.

Ma “dopodiché, il modo migliore per costruire insieme è avere meno nazionalisti possibile”, ha aggiunto.

La Francia e la Gran Bretagna l’anno scorso hanno raggiunto un accordo per porre fine all’attraversamento della Manica da parte dei migranti, con Rishi Sunak che ha accettato che il Regno Unito pagherà a Parigi quasi mezzo miliardo di sterline nei prossimi tre anni

Macron in precedenza aveva avvertito che “l’Europa potrebbe morire” e ha affermato che il continente deve stringere legami di difesa più stretti con la Gran Bretagna nel contesto dell’aggressione russa in Ucraina.

I suoi commenti sullo stato economico della Gran Bretagna dopo la Brexit arrivano dopo che i dati delle Nazioni Unite hanno mostrato il mese scorso che il Regno Unito era il quarto maggiore esportatore al mondo, davanti alla Francia.

Ma l’impatto della Brexit sul costo della vita si fa ancora sentire, hanno avvertito i rivenditori questa settimana, mentre i britannici devono far fronte a bollette alimentari più alte con l’entrata in vigore dei nuovi controlli alle frontiere.

Carne, latticini, piante e semi sono solo alcuni dei prodotti che saranno ora soggetti a controlli fisici al momento dell’importazione.

Le aziende hanno avvertito che i nuovi controlli probabilmente colpiranno più duramente le piccole imprese e porteranno ad un aumento dei prezzi per i clienti.

Il governo afferma che le misure aumenteranno la biosicurezza del paese e il costo aggiuntivo sarà “trascurabile” rispetto a una grave epidemia.

Per quanto riguarda l’immigrazione, Francia e Gran Bretagna lo scorso anno hanno raggiunto un accordo per porre fine all’attraversamento della Manica da parte dei migranti, con Rishi Sunak che ha accettato che il Regno Unito pagherà a Parigi quasi mezzo miliardo di sterline nei prossimi tre anni.

Le traversate della Manica avevano già raggiunto un nuovo record nei primi quattro mesi dell'anno

Le traversate della Manica avevano già raggiunto un nuovo record nei primi quattro mesi dell’anno

Mercoledì sono state rilevate circa 711 persone mentre attraversavano la Manica, il numero più alto in un solo giorno finora quest’anno, secondo i dati provvisori del Ministero degli Interni.

Gli attraversamenti della Manica avevano già raggiunto un nuovo record per i primi quattro mesi di un anno solare, aumentando del 34% rispetto al 2023, quando ne furono registrati 6.192, e del 19% sul totale in questa fase nel 2022 (6.945).

L’anno scorso sono arrivati ​​nel Regno Unito 29.437 migranti, in calo del 36% rispetto al record di 45.774 arrivi nel 2022.

Ultime Notizie

Back to top button