Ex governatore della Sicilia definitivamente scagionato dall’accusa di mafia

(COLORnews) – ROMA, 7 MAR – L’ex governatore della Sicilia Raffaele Lombardo è stato definitivamente scagionato martedì dalle accuse di mafia.

La Suprema Corte di Cassazione ha rigettato un ricorso della Procura di Catania contro un’assoluzione del gennaio 2022 con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e compravendita di voti.

Lombardo, 72 anni, catanese, è stato assolto dall’Alta Corte con la formula più ampia possibile, “perché il reato non è stato commesso”.

Il procuratore generale della Cassazione aveva chiesto l’assoluzione di Lombardo dall’accusa di favoreggiamento di Cosa nostra.

Lombardo è anche un ex presidente del parlamento regionale siciliano.

Lombardo era stato originariamente condannato a sei anni e otto mesi nel caso del 2014. (COLORnews).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button