Festeggiamo il Juneteenth con una nuova passeggiata nel patrimonio, un punto di riferimento e un progresso

In qualità di secondo sindaco nero di New York City, sono orgoglioso di celebrare il Juneteenth, un giorno che commemora il 19 giugno 1865, quando ogni americano nero schiavo era finalmente libero. Questo è un giorno importante non solo per i neri americani, ma per tutti gli americani. È un giorno in cui la promessa di libertà finalmente corrisponde alla realtà vissuta dai neri americani. È il giorno in cui la libertà per cui l’America è famosa in tutto il mondo è finalmente diventata disponibile per un gruppo più ampio di cittadini.

Tuttavia, come tutti sappiamo, quello fu solo l’inizio di una lotta più lunga: una lotta per la parità di accesso agli alloggi e all’assistenza sanitaria alle urne elettorali e ai consigli di amministrazione che continua fino ai giorni nostri. In onore di Juneteenth e dei progressi compiuti negli ultimi secoli e decenni, la nostra amministrazione vuole fare la sua parte nell’utilizzare il presente per fare i conti con il nostro passato in modo da poter costruire un futuro migliore.

I newyorkesi attraversano ogni giorno quartieri come Brooklyn, ignari della storia che si trova sotto i loro piedi e che li circonda. Per raccontare quella storia, abbiamo lanciato “More Than a Brook: Brooklyn Abolitionist Heritage Walk”, un tour audio interattivo che esplora la storia di Brooklyn come quartiere fondamentale per il Movimento Abolizionista Nazionale e la Underground Railroad. Il percorso percorribile di 4,5 miglia comprende 19 fermate che mettono in evidenza i numerosi siti di riferimento che catturano la ricca storia abolizionista del distretto. Lungo il percorso, oltre a vedere famosi siti abolizionisti, potrai conoscere importanti personaggi storici locali, tra cui l’imprenditrice Elizabeth Gloucester, le sorelle pioniere Dr. Susan Smith McKinney-Steward e l’educatrice Sarah J. Tompkins Garnet e il predicatore della chiesa di Plymouth Henry Ward Beecher . È possibile accedere al tour sul tuo smartphone, tablet o altro dispositivo tramite il sito web della Landmark Preservation Commission. Con questo tour interattivo, la nostra città può celebrare gli eroi che si sono opposti all’ingiustizia, hanno rischiato la vita e hanno combattuto per la libertà che meritavano.

La storia abolizionista della città rivive in tutti e cinque i distretti. A Oakwood Heights, a Staten Island, commemoriamo la nostra storia condivisa designando il Frederick Douglass Memorial Park come punto di riferimento. IL

è l’unico cimitero non settario fondato da e specificatamente per la comunità nera di New York City. Il parco commemorativo fu inaugurato nel 1935, offrendo un cimitero dignitoso ai newyorkesi neri in un momento in cui la discriminazione e la segregazione li escludevano da altri luoghi di sepoltura e li limitavano a strutture e servizi inferiori agli standard. In un’epoca in cui altri voltavano le spalle ai newyorkesi neri, questo parco ha scelto di aprire le sue porte. Il luogo di sepoltura di 14,88 acri commemora l’eredità nera e onora le generazioni di neri americani che sono sepolti lì. Il Frederick Douglass Memorial Park ha offerto uno spazio dignitoso e dedicato alla comunità nera per onorare coloro che hanno effettuato la transizione. Ma il nostro ricordo di Juneteenth non può essere solo simbolico, ma sostanziale.

Fino allo scorso gennaio, i newyorkesi neri avevano quattro volte più probabilità di essere disoccupati rispetto ai newyorkesi bianchi ma, grazie ai nostri sforzi, siamo stati in grado di ridurre questo divario e ora il tasso di disoccupazione dei newyorkesi neri è al suo livello massimo. punto più basso in mezzo decennio. Ciò segna la prima volta dal 2019 che il tasso di disoccupazione dei neri a New York City è inferiore all’8%. E tra il 1° gennaio 2022 e il 1° aprile 2024, il tasso di disoccupazione nera nei cinque distretti è diminuito dal 10,7% al 7,9%, con una diminuzione del 26%. Anche se il nostro lavoro non finisce mai, la nostra città sta facendo progressi reali nel garantire l’equità economica.

Questo giugno, invito tutti i newyorkesi a conoscere e onorare il passato stimolante e travagliato della nostra città e nazione e a continuare a costruire sui progressi che abbiamo fatto. Celebriamo insieme gli ideali americani, le libertà americane e il potenziale americano. E cominciamo proprio da qui, nella città più diversificata del mondo, un luogo dove vivono fianco a fianco persone di ogni ceto sociale, orgogliose di chiamarsi con un solo nome: newyorkesi.

Ultime Notizie

Back to top button