Esteri

Firenze ordina ai negozi climatizzati di tenere chiuse le porte

Il capoluogo toscano segue le orme di Parigi.

Ai negozi climatizzati di Firenze verrà ordinato di tenere chiuse le porte o rischiare di essere multati, ha annunciato venerdì la città, nell’ambito delle misure per ridurre lo spreco di energia.

L’ordinanza si applicherà nei locali pubblici dal 1 agosto al 1 settembre, con sanzioni da 25 a 500 euro, riferisce la RAI.

L’ordinanza, che segue misure simili a Parigi, esclude i locali commerciali e amministrativi con spazi esterni, comprese le zone pranzo esterne.

“Vogliamo posizionare la nostra città tra le grandi capitali europee in prima linea nella sfida per la sostenibilità”, ha detto l’assessore all’ambiente di Firenze Andrea Giorgio, che ha definito “buon senso” la mossa.

“Questa estate gli effetti del cambiamento climatico e della crisi energetica sono davanti agli occhi di tutti e solo cambiando abitudini e aumentando la consapevolezza sarà possibile invertire la rotta” – ha affermato Giorgio – “Dobbiamo eliminare gli sprechi e limitare i consumi: tutti insieme dobbiamo fare qualcosa”.

Firenze ha anche introdotto misure che vietano ai cittadini di utilizzare l’acqua potabile per lavare le auto, irrigare giardini, lavare cortili o riempire fontane ornamentali.

Queste misure sono in vigore da subito, fino al 30 settembre, con sanzioni anche per le violazioni che vanno da 25 a 500 euro, secondo RAI News.

Credito fotografico: PhotoStock10 / Shutterstock.com.

Ultime Notizie

Back to top button